Se volete scommettere sui Pir, fatelo da soli e non regalate soldi alle banche

Articolo sul Fatto Quotidiano del 15-5-2017 pag. 22

Molti risparmiatori italiani reagiscono come il proverbiale cane di Pavlov. Appena gli prospettano di non pagare tasse, accettano qualunque proposta-trappola dell’industria del risparmio gestito: polizze vita, fondi pensione ecc. E di regola si danno la zappa sui piedi.

L’ultima sono i Piani individuali di risparmio (Pir), una formula in sé non assurda per indirizzare i risparmi verso le imprese anche medio-piccole. A fronte del rispetto di determinate regole, si viene dispensati da diverse imposte: sugli interessi, i capital gain, le successioni ecc. Bisogna investire il 70% in certe azioni od obbligazioni e in particolare il 21% fuori delle società più grosse, non disinvestire per almeno un cinque anni ecc. Con una rara decisione giusta, il governo Renzi ha concesso tali agevolazioni anche fuori del risparmio gestito, cioè per il fai-da-te. Non era stato praticamente mai così dal 1974, anno di introduzione dell’Irpef. Leggi tutto...

18
Mag
2017

Promesse fasulle dei fondi pensione

ore 17:15
all'IT Forum di Rimini, presso il Palacongressi, noto come Vecchia Fiera, Ingresso B, Sala Parco.
23
Mar
2017

Il risparmio tradito

ore 20:30
Come difendersi da assicuratori, banche e sindacati
10
Feb
2017

Fondi, diamanti e buoni postali

ore 17:30
Come evitare troppe tasse

I Libri

I Libri del prof. Beppe Scienza

Video

Vogliono salvare le banche con le casse previdenziali
intervista del 18-7-2016 per il Movimento 5 Stelle al Parlamento Europeo.
Video itervista di Beppe Scienza per il Movimento 5 stelle al parlamento europeo
Tutti i video