Il risparmio tradito ® a cura di Beppe Scienza
I danni causati ai risparmiatori da fondi, gestioni e previdenza integrativa.

Il Risparmio Tradito ® a cura di Beppe Scienza
I danni causati ai risparmiatori da fondi, gestioni e previdenza integrativa.

Il risparmio tradito ®

In programma:

29-02-2020
Corso sugli investimenti a Bologna 2020
4 ore di corso con il prof. Beppe Scienza organizzato dall'associazione culturale Il dito nell'occhio.
Corso


Correre rischi per una stortura fiscale: è il "pasticciaccio brutto" dei certificati

Pubblicato lunedì 29 ottobre 2018

Articolo sul Fatto Quotidiano del 29-10-2018 pag. 18

Dopo avere combinato il pasticcio, l’industria italiana del risparmio gestito vuole anche guadagnarci. Partiamo da un problema che tocca quanti hanno fondi comuni, non di rado in quella formula insulsa che sono le gestioni patrimoniali in fondi. Nei passaggi da un fondo a un altro, cosiddetti switch, se c’è un guadagno si paga la relativa imposta; ma non si gode di nessuna compensazione per i fondi dove invece si esce in perdita.

Questa è la conseguenza della sciagurata riforma fiscale in vigore da luglio 2011, tecnicamente detta della tassazione del realizzato anziché del maturato. Prima era diverso e perfetto. Se guadagnavi, il fondo ti addebitava subito la fiscalità dovuta. Se perdevi, ti conteggiava ipso facto un credito d’imposta.

Ma a un certo punto il meccanismo cominciò a non piacere più a varie società di fondi, capeggiate dalla loro associazione (Assogestioni) che si mise a esigere a gran voce l’abolizione, per permettere di sbandierare performance lorde e non nette. Come al solito ottenne ciò che voleva. La conseguenza è la situazione attuale, in cui molti si trovano con perdite per cui non hanno ricevuto nessun credito di imposta o altra compensazione.

Ecco così che ora le banche propongono “strumenti finanziari fiscalmente efficienti, con i quali è possibile compensare le minusvalenze pregresse”. È il caso in particolare di Banca Imi, che ne emette a iosa, ma anche di altre. Si tratta soprattutto di certificati denominati cash collect. Legati a un titolo azionario o a indice di Borsa, pagano cedole periodiche o anche solo una finale, nell’ordine del 5-10%, se esso non scende sotto una certa soglia. E tale guadagno non viene tassato a fronte di un sufficiente quantitativo di perdite pregresse. Ribattezzato dalla pubblicità del risparmio gestito col nome accattivante di “zainetto fiscale”.

Ma se i mercati girano in negativo, come ora, anziché un guadagno il risparmiatore incamera un’ulteriore minusvalenza e può rimetterci anche un 50% o più.

I certificati sono strumenti finanziari complessi, con prezzi opachi per chi non è espertissimo. Sono sempre convenienti solo per chi li emette, banca o altro, che ci guadagna facilmente un 5-6%. Allettato dal vantaggio fiscale, chi li compra si sobbarca tale costo implicito e inoltre un rischio di perdite anche altissime. Certo che gli può pure andare bene, ma questo è vero anche semplicemente comprando azioni. O, più in generale, giocando alla roulette o raschiando i gratta-e-vinci.

Bappe Scienza


La sbandierata "Efficienza fiscale dei certificati di investimento" di Bluerating e Banca Imi.


Potrebbero interessarti

I crac di Argentina, Cirio e Parmalat, Lehman Brothers, banche Islandesi e Grecia hanno provocato perdite stimabili sui 12-13 miliardi di Euro. Il danno causato dai fondi comuni, fondi pensione, ecc... ammonta a 25 miliardi all'anno.

C'è un imbroglio di fondo dietro alle polizze rifilate ai risparmiatori: proprio il fatto che sono spacciate per assicurazioni e invece non lo sono.

I dati sono sempre dell'Ufficio Studi di Mediobanca, che però quest'anno non li ha evidenziati come gli anni scorsi. Eppure essi confermano quanto già visto: il risparmio gestito distrugge ricchezza.

A breve sono vent’anni di imposte sui guadagni di Borsa, più noti come capital gain. A tassarli ci aveva già provato il ministro Rino Formica, ma fu un esperimento durato un solo anno (1992).

Beppe Scienza, in Fisco

Uno spaccato di come vengono ingannnati i risparmiatori per rifilargli polizze vita. Il discorso è generale, vale non solo per le Poste, ma anche in banca, porta a porta ecc.

Il futuro del Monte dei Paschi di Siena appare imprevedibile. Tranne che per la ditta Consultique e il Sole 24 Ore.

In programma:

29-02-2020
Corso sugli investimenti a Bologna 2020
4 ore di corso con il prof. Beppe Scienza organizzato dall'associazione culturale Il dito nell'occhio.
Corso

Blog
Tags
ABI abn amro adusbef alitalia allianz altroconsumo Angela Merkel arbitraggio assogestioni azimut azioni bail in Banca Etica banca imi banca intesa banca marche Banca Mondiale banca popolare.. bankitalia bce Beppe Grillo beppe scienza bitcoin bond bond argentina borsa bot Bot-people brunetta btp btp italia btp-i bund bundesbank buoni del teso.. buoni fruttife.. busta arancio Byblos capital gain CariChieti CariFerrara carrai cassa depositi.. cat bond cedolare secca certificati di.. cina Cometa Commerzbank confindustria consob contante conti deposito conto arancio corriere della.. covip default diamanti dividendi economia educazione fin.. edufin enel euro euromercato evasione fisca.. Fabrizio Forqu.. fai-da-te fideuram fisco fondi comuni fondi pensione fondiss fondo atlante fondo cometa fondo obelisco Fonte For you Fulvio Coltort.. generali genertel germania gestione patri.. giovannini governo grecia hedge found immobili imu inarcassa inflazione inps investimenti La stampa Lannutti legge finanzia.. m5s Martin Blessin.. Matteo Renzi Maurizio Landi.. mediobanca mediolanum milleproroghe monorchio monte dei pasc.. mutui obbligazioni obbligazioni i.. oro Oscar giannino palazzo chigi paradiso fisca.. pensione integ.. pensioni pip pir polizze vita Popolare Etrur.. poste italiane potere acquist.. previdenza int.. pronti contro.. radio 24 redditometro referendum Renato Brunett.. report riserve auree risparmio risparmio gest.. risparmio trad.. rosciani Ruggero Po scudo fiscale sindacato sole 24 ore speculazione spread stress test svizzera tagliadebito tassi negativi Tesoro Tetrapak tfr titoli di stat.. titoli grecia titoli indiciz.. ufficio delle.. unicredit usura veneto banca Venezuela welfare aziend.. Willis Towers.. World Bank

Newsletter & Social Network

In quanto a previsioni su tassi d'interesse, cambi ecc. faccio mia la battuta di Karl Otto Pöhl, allora governatore della Banca Centrale Tedesca:

«Ich gebe keine Zins- oder Wechselkursprognosen ab, zumindest schon gar nicht für die Zukunft».