Il risparmio tradito ® a cura di Beppe Scienza
I danni causati ai risparmiatori da fondi, gestioni e previdenza integrativa.

Il Risparmio Tradito ® a cura di Beppe Scienza
I danni causati ai risparmiatori da fondi, gestioni e previdenza integrativa.

Il risparmio tradito ®

La Consob deve dire tutta la verità ai risparmiatori danneggiati da Poste

Pubblicato lunedì 21 settembre 2015

il Fatto Quotidiano del 21-9-2015 pag. 18

La Consob ha recentemente comunicato le multe a dirigenti delle Poste per irregolarità nella vendita di investimenti (delibera n. 19283). Soprattutto per avere fatto disinvestire prodotti più sicuri per rifilare roba dove ci guadagnavano di più, in un modo o nell'altro. Cioè direttamente per le alte commissioni di collocamento e/o indirettamente, perché "il collocamento [era] focalizzato su prodotti emessi da società del Gruppo Poste". Il che pare un'allusione alle polizze di Poste Vita.

Le sanzioni decise ammontano in tutto a 60 mila euro e su questo si sono scatenate le associazioni di consumatori specializzate nel fare la voce grossa dopo che altri hanno scoperto magagne, di cui mai si erano accorte da sole, per quanto evidenti fossero.

Certo che c'è sproporzione fra i danni arrecati ai risparmiatori, facilmente per decine di milioni di euro, e le sanzioni applicate. Cosa sono poi 20 mila di euro una tantum per un Massimo Sarmi, pagato oltre un milione di euro l'anno? Per giunta una grossa società dispone di tante soluzioni per "rimborsare" chi ha dovuto pagare multe nel suo interesse. È chiaro il messaggio agli intermediari finanziari, non solo le Poste, ma anche banche e sim: "Continuate così, perché tanto ve la caverete con una miseria".

Ma c'è qualcosa di molto più grave, non denunciato praticamente da nessuno, per ignoranza o servilismo. La Consob si comporta come se la magistratura, scoperte le morti causate da un'automobile per un colpevole difetto di produzione, processasse in segreto i responsabili, ma neanche a richiesta facesse il nome del modello e men che mai informasse chi viaggia con essa che può schiantarsi fuori strada.

Così fa la Consob, adducendo il segreto d'ufficio. Cita "disinvestimenti anticipati non frutto di un'autonoma determinazione della clientela" ma solo leggendo fra le righe si capisce che riguardano i buoni fruttiferi postali. Si legge di "un'acuita situazione di conflitto di interessi che ha inciso negativamente sugli interessi dei clienti", ma un cliente non ha le prove di esserne stato vittima e quindi non può rivalersi per i danni subiti.

Sciaguratamente questa è la regola. Un vero scandalo fu quando nel 2002 vennero alla luce le malversazioni riscontrate dalla Consob nella gestione di tre fondi di San Paolo Imi. Essa rifiutò di comunicare agli interessati gli atti dell'indagine. Che stessero buoni e non facessero troppe domande!

Vuole questo la legge? Nulla però vieta ai vertici della Consob di denunciare che hanno le mani legate e chiedere che il legislatore modifichi la normativa. Sempre che il vero obiettivo non sia invece proprio proteggere banche, sim ecc. dalle giuste rivendicazioni di chi sistematicamente imbrogliano.

Allegati


Potrebbero interessarti

Circolano in Rete vari decaloghi per l'investore, tutti scadenti o peggio. Ce ne sono anche due col nome e marchio Consob

Beppe Scienza, in Attualità

Il rapporto Consob 2019 sui comportamenti dei risparmiatori italiani si trastulla con quiz probabilistici, eludendo i problemi più gravi: ne evidenzio tre. Passa inoltre sotto silenzio la differenza fra venditori e veri consulenti: bancari e promotori ringraziano

Beppe Scienza, in Attualità

L'educazione finanziaria subappaltata alle banche, col beneplacito di Banca d'Italia, Covip, Consob ecc.

Blog
Tags
ABI abn amro adusbef alitalia allianz altroconsumo Angela Merkel arbitraggio assogestioni azimut azioni bail in Banca Etica banca imi banca intesa banca marche Banca Mondiale banca popolare.. bankitalia bce Beppe Grillo beppe scienza bitcoin bond bond argentina borsa bot Bot-people brunetta btp btp italia btp-i bund bundesbank buoni del teso.. buoni fruttife.. busta arancio Byblos capital gain CariChieti CariFerrara carrai cassa depositi.. cat bond cedolare secca certificati di.. cina Cometa Commerzbank confindustria consob contante conti deposito conto arancio coronabond coronavirus corriere della.. covip default diamanti dividendi dollari economia educazione fin.. edufin enel etf euro euromercato evasione fisca.. Fabrizio Forqu.. fai-da-te fideuram fisco fondi comuni fondi pensione fondiss fondo atlante fondo cometa fondo obelisco Fonte For you Fulvio Coltort.. generali genertel germania gestione patri.. giovannini governo grecia hedge found immobili imposta patrim.. imu inarcassa inflazione inps investimenti La stampa lagarde Lannutti legge finanzia.. m5s Martin Blessin.. Matteo Renzi Maurizio Landi.. mediobanca mediolanum milleproroghe monorchio monte dei pasc.. mutui obbligazioni obbligazioni i.. oro Oscar giannino palazzo chigi paradiso fisca.. pensione integ.. pensioni pip pir polizze vita Popolare Etrur.. poste italiane potere acquist.. previdenza int.. pronti contro.. radio 24 redditometro referendum Renato Brunett.. report riserve auree risparmio risparmio gest.. risparmio trad.. rosciani Ruggero Po scudo fiscale sindacato sole 24 ore speculazione spread stress test svizzera tagliadebito tassi negativi Tesoro Tetrapak tfr titoli di stat.. titoli grecia titoli indiciz.. ufficio delle.. unicredit usura veneto banca Venezuela welfare aziend.. Willis Towers.. World Bank

Newsletter & Social Network

In quanto a previsioni su tassi d'interesse, cambi ecc. faccio mia la battuta di Karl Otto Pöhl, allora governatore della Banca Centrale Tedesca:

«Ich gebe keine Zins- oder Wechselkursprognosen ab, zumindest schon gar nicht für die Zukunft».