Il risparmio tradito ® a cura di Beppe Scienza
I danni causati ai risparmiatori da fondi, gestioni e previdenza integrativa.

Il Risparmio Tradito ® a cura di Beppe Scienza
I danni causati ai risparmiatori da fondi, gestioni e previdenza integrativa.

Il risparmio tradito ®


×


Capire o inveire? Forse i tedeschi non hanno tutti i torti:
“Coronabond, perché la Germania non li vuole”.
post di Beppe Scienza del 1-4-2020 nel blog del Fatto Quotidiano.

Le paure sbagliate sul "bail-in". Però delle banche è meglio diffidare

Pubblicato lunedì 13 luglio 2015

il Fatto Quotidiano del 13-07-2015 p.18

Molti risparmiatori sono preoccupati. Il Parlamento italiano ha infatti recepito una direttiva europea per cui dal 2016 sarà più facile che le crisi bancarie si ripercuotano anche su di loro. In realtà alcune preoccupazioni forse sono eccessive, mancando ancora i provvedimenti che fisseranno importanti aspetti e limiti. Circolano però voci del tipo: "i conti correnti non sono più garantiti", "hanno autorizzato prelievi forzosi sui conti", "i soldi in banca non sono più al sicuro" ecc. Parecchi sedicenti esperti attizzano infatti i timori dei risparmiatori, per rifilargli immondizia finanziaria e previdenziale.

Meglio quindi chiarire fin d'ora un paio di cose. Per cominciare sono previste varie soluzioni per evitare i salvataggi delle banche a carico dello Stato. Solo come ultima ratio è elencato lo strumento del cosiddetto bail-in, che prevede che vengano colpiti nell'ordine: le azioni (ovvio), le obbligazioni a seconda del tipo e, se non basta, anche i conti correnti, libretti, conti deposito ecc., fatti salvi però 100.000 euro per soggetto.

Contrariamente a quanto si legge, non sono quindi i correntisti a correre i maggiori rischi e tanto meno quelli messi peggio. E ciò per due motivi. Primo, perché appunto vengono coinvolti prima e senza un tetto i possessori di obbligazioni della banca, per non parlare degli azionisti, che giustamente rischiano l'osso del collo, in senso finanziario.

Ma c'è un secondo aspetto, regolarmente taciuto da chi non vuole inimicarsi le banche: sedicenti consulenti indipendenti, associazioni di consumatori ecc. Per chi ha soldi sul conto la difesa è facile: se ritiene la banca a rischio, trasferisce rapidamente qualunque cifra con un bonifico o assegno. Fa eccezione la fattispecie del deposito vincolato, che presenta forti analogie con un'obbligazione.

Quelli messi male sono i risparmiatori cui la banca ha scaricato sul groppone proprie obbligazioni non quotate (nel caso per esempio della Banca Popolare di Vicenza addirittura nominative!). Se hanno timori sulla sua solidità, devono liberarsene. Ma ciò di regola non avviene facilmente e senza danni, come con un conto corrente o libretto. Con obbligazioni non quotate, uno può solo sperare che la banca gliele ricompri, ovviamente al prezzo che vuole lei. In caso poi di obbligazioni subordinate, cioè meno garantite, quando tira una brutta aria è scontato non riuscire a disfarsene affatto o con perdite anche oltre il 50%.

Beppe Scienza

Spiacente. la pagina che hai richiesto non è stata trovata

Blog
Tags
ABI abn amro adusbef alitalia allianz altroconsumo Angela Merkel arbitraggio assogestioni azimut azioni bail in Banca Etica banca imi banca intesa banca marche Banca Mondiale banca popolare.. bankitalia bce Beppe Grillo beppe scienza bitcoin bond bond argentina borsa bot Bot-people brunetta btp btp italia btp-i bund bundesbank buoni del teso.. buoni fruttife.. busta arancio Byblos capital gain CariChieti CariFerrara carrai cassa depositi.. cat bond cedolare secca certificati di.. cina Cometa Commerzbank confindustria consob contante conti deposito conto arancio corriere della.. covip default diamanti dividendi economia educazione fin.. edufin enel euro euromercato evasione fisca.. Fabrizio Forqu.. fai-da-te fideuram fisco fondi comuni fondi pensione fondiss fondo atlante fondo cometa fondo obelisco Fonte For you Fulvio Coltort.. generali genertel germania gestione patri.. giovannini governo grecia hedge found immobili imu inarcassa inflazione inps investimenti La stampa Lannutti legge finanzia.. m5s Martin Blessin.. Matteo Renzi Maurizio Landi.. mediobanca mediolanum milleproroghe monorchio monte dei pasc.. mutui obbligazioni obbligazioni i.. oro Oscar giannino palazzo chigi paradiso fisca.. pensione integ.. pensioni pip pir polizze vita Popolare Etrur.. poste italiane potere acquist.. previdenza int.. pronti contro.. radio 24 redditometro referendum Renato Brunett.. report riserve auree risparmio risparmio gest.. risparmio trad.. rosciani Ruggero Po scudo fiscale sindacato sole 24 ore speculazione spread stress test svizzera tagliadebito tassi negativi Tesoro Tetrapak tfr titoli di stat.. titoli grecia titoli indiciz.. ufficio delle.. unicredit usura veneto banca Venezuela welfare aziend.. Willis Towers.. World Bank

Newsletter & Social Network

In quanto a previsioni su tassi d'interesse, cambi ecc. faccio mia la battuta di Karl Otto Pöhl, allora governatore della Banca Centrale Tedesca:

«Ich gebe keine Zins- oder Wechselkursprognosen ab, zumindest schon gar nicht für die Zukunft».