Il risparmio tradito ® a cura di Beppe Scienza
I danni causati ai risparmiatori da fondi, gestioni e previdenza integrativa.

Il Risparmio Tradito ® a cura di Beppe Scienza
I danni causati ai risparmiatori da fondi, gestioni e previdenza integrativa.

Il risparmio tradito ®

In programma:

15-12-2020
Obbligazioni, futures e certicati
Conti e confronti utili per i risparmiatori.
Webinar

Liquidità, tenere i soldi sul conto non è né stupido né criminale

Pubblicato lunedì 25 marzo 2019

Articolo sul Fatto Quotidiano del 25-3-2019 pag. 21

Colpevolizzare i risparmiatori, per fargli commettere qualche passo falso. La stampa che si autodefinisce autorevole (Corriere della Sera, Sole 24 Ore ecc.) ha scoperto un nuovo nemico da abbattere. È la massa di denaro che gli italiani tengono sui conti, stimata sui 1.400 miliardi di euro. La cosa dà fastidio. Esattamente come dà fastidio chi tiene il proprio Tfr in azienda. Infatti in tal modo banche, assicurazioni e cosiddetti consulenti non lucrano nulla sulle somme accantonate.

Seguendo un canovaccio sperimentato, i risparmiatori che non obbediscono a comando sono bollati di ignoranza finanziaria. Il minimo che gli venga detto è che perdono buone occasioni di guadagno, lasciando infruttiferi i propri risparmi. Al che però vengono in mente i diamanti rifilati a prezzi taroccati, le gestioni patrimoniali prive di ogni trasparenza e quella trappola micidiale che è la previdenza integrativa. E uno capisce perché si rifiutino, malgrado le pressioni, di comprare checchessia.

Ma non ci sarebbe solo un lucro cessante, bensì pure un danno emergente. Questi stupidi non si renderebbero conto che così l’inflazione erode la loro ricchezza. In realtà lo sanno benissimo che in potere d’acquisto ci rimettono circa l’1% l’anno. È lo scotto che accettano di pagare per non farsi sottrarre molto di più da banche, fondi e assicurazioni. Un’impostazione radicale, forse anche rozza, ma non priva di senso.

Se poi tutto ciò non basta, viene intervistato qualche economista di regime, spacciato per esperto, che spiega che il loro comportamento è dannoso alla collettività. Ostinandosi pervicamente a tenere i soldi sul conto, ostacolerebbero il rilancio dell’economia. Un’accusa senza senso. Alle banche italiane non manca denaro da prestare alle imprese, per giunta ottenendolo dalla Banca Centrale Europea al tasso dello 0%. I problemi sono altri, per cui chi tiene liquidità sul conto non deve sentirsi in colpa da nessun punto di vista.

Piuttosto ci si può chiedere se, proprio in un’ottica di massima sicurezza, non meriti prendere in esame qualche altra alternativa oltre alla liquidità. Giustissimo evitare i prodotti confezionati da banche e assicurazioni: fondi, certificati, polizze ecc. Ma la massima prudenza imporrebbe (anche) di difendersi da impennate inflattive, per quanto ora appaiano improbabili. E qui si può spaziare, con diversa sicurezza e redditività, fra Btp Italia, buoni fruttiferi postali indicizzati e titoli di Stato reali tedeschi.

Beppe Scienza

Galleria immagini

×

Potrebbero interessarti

Beppe Scienza ospite di Giulia Cazzaniga all'AnteprimaWeb dell'UltimaParola del 25 gennaio 2013, interviene su redditometro, uso del contante, riserve auree, usura bancaria, previdenza ecc.

'Volere eliminare le banconote è una pura idiozia', risponde Beppe Scienza a Barbara D'Amico in una mini intervista su Il Venerdì di Repubblica

Beppe Scienza, in Attualità

In Italia si vuole far passare per comportamento incivile pagare con banconote, mentre la Bundesbank organizza un convegno in difesa del contante.

Beppe Scienza, in Attualità

Dietro la ridicola guerra al contante (War On Cash) delle banche, solo il desiderio di maggiori guadagni.

Beppe Scienza, in Attualità

Meglio non abolire le monetine da 1 e 2 centesimi, i consumatori finirebbero per spendere complessivamente circa 60 milioni in più, per farne risparmiare una ventina allo Stato. In Germania nessuna parla di ridicole guerre al contante, lo difendono associazioni di consumatori, del commercio, intellettuali, la Bundesbank.

la Merkel non è Hitler e la Repubblica Federale Tedesca non è il terzo Reich. In tema di democrazia, di difesa dei diritti dei cittadini e di stato sociale, l’Italia ha certamente poco da insegnare alla Germania.

In programma:

15-12-2020
Obbligazioni, futures e certicati
Conti e confronti utili per i risparmiatori.
Webinar

Blog
Tags
ABI abn amro adusbef alitalia allianz altroconsumo Angela Merkel arbitraggio assogestioni azimut azioni bail in Banca Etica banca imi banca intesa banca marche Banca Mondiale banca popolare.. bankitalia bce Beppe Grillo beppe scienza bitcoin bond bond argentina borsa bot Bot-people brunetta btp btp italia btp-i bund bundesbank buoni del teso.. buoni fruttife.. busta arancio Byblos capital gain CariChieti CariFerrara carrai cassa depositi.. cat bond cedolare secca certificati certificati di.. cina Cometa Commerzbank confindustria consob consulenti fin.. contante conti deposito conto arancio coronabond coronavirus corriere della.. covip debito publico default diamanti dividendi dollari economia educazione fin.. edufin enel etf euro euromercato evasione fisca.. Fabrizio Forqu.. fai-da-te fideuram fisco fondi comuni fondi pensione fondiss fondo atlante fondo cometa fondo obelisco Fonte For you Fulvio Coltort.. future generali genertel germania gestione patri.. giovannini governo grecia hedge found immobili imposta patrim.. imu inarcassa inflazione inps investimenti La stampa lagarde Lannutti legge finanzia.. m5s Martin Blessin.. Matteo Renzi Maurizio Landi.. mediobanca mediolanum milleproroghe monorchio monte dei pasc.. mutui obbligazioni obbligazioni i.. oro Oscar giannino palazzo chigi paradiso fisca.. pensione integ.. pensioni pip pir polizze vita Popolare Etrur.. poste italiane potere acquist.. previdenza int.. pronti contro.. radio 24 redditometro referendum Renato Brunett.. report riserve auree risparmio risparmio gest.. risparmio trad.. rosciani Ruggero Po scudo fiscale sindacato sole 24 ore speculazione spread stress test svizzera tagliadebito tassi negativi Tesoro Tetrapak tfr titoli di stat.. titoli grecia titoli indiciz.. ufficio delle.. unicredit usura veneto banca Venezuela welfare aziend.. Willis Towers.. World Bank

Newsletter & Social Network

In quanto a previsioni su tassi d'interesse, cambi ecc. faccio mia la battuta di Karl Otto Pöhl, allora governatore della Banca Centrale Tedesca:

«Ich gebe keine Zins- oder Wechselkursprognosen ab, zumindest schon gar nicht für die Zukunft».