Il risparmio tradito ® a cura di Beppe Scienza
I danni causati ai risparmiatori da fondi, gestioni e previdenza integrativa.

Il Risparmio Tradito ® a cura di Beppe Scienza
I danni causati ai risparmiatori da fondi, gestioni e previdenza integrativa.

Il risparmio tradito ®

Oro, la soluzione più economica è investire nei contratti future

Pubblicato lunedì 4 marzo 2019

Articolo sul Fatto Quotidiano del 4-3-2019 pag. 22

Sulla stampa economica abbondano pretesi esperti, che prevedono per il 2019 una salita del prezzo dell’oro. Tutte ciance prive di qualsiasi attendibilità. Chi dispone di informazioni significative sull’andamento futuro dell’oro, come qualche governatore di banche centrali, non le spiffera certo ai quattro venti. Per altro l’oro non rientra fra gli impieghi da bocciare senza appello, come i francobolli, le monete numismatiche ecc., ma può rispondere a obiettivi di diversificazione.

I giornali non abbondano però solo di ridicole previsioni. Pullulano anche di indicazioni sugli strumenti, a loro dire, più adatti per investire nel cosiddetto oro finanziario e non fisico. Ovvero senza comperare sic et simpliciter il metallo, bensì agganciandosi alle sue quotazioni. In particolare vengono consigliati Etf (Exchange traded fund), Etc (Exchange traded commodity) e addirittura fondi comuni specializzati su azioni di società aurifere. Tutte alternative - guarda caso! - che spingono nelle grinfie del risparmio gestito. I fondi sono da scartare per l’endemica assenza di trasparenza. Tanto quanto potrebbero apparire accettabile ad esempio l’Etfs Physical Gold, il più trattato alla Borsa italiana fra gli strumenti che replicano il prezzo dell’oro.

Ma perché sobbarcarsi un costo dichiarato dello 0,4% annuo? C’è una soluzione diversa, regolarmente taciuta o addirittura ignorata da quanti scrivono sull’argomento, ma in compenso privilegiata dagli addetti ai lavori. Si tratta dei contratti future sull’oro, scambiati alla borsa merci di Chicago. Prendiamo un ordine di grandezza adatto a privati investitori: 10 once di oro (311 g), attualmente pari a circa 13.000 dollari. Per agganciare tale cifra alle quotazioni del metallo giallo, un risparmiatore compra un contratto detto micro-future e lo rinnova poi regolarmente a scadenza. Con intermediari su Internet, quali Directa o Fineco, le commissioni possono essere bassissime, anche solo un euro per compravendita. C’è poi anche un vantaggio fiscale rispetto agli Etf o Etc: il grosso della cifra resta sul conto non investito sul conto e perciò non assoggettato al bollo dello 0,2%. Quindi in tutto si risparmia uno 0,5% annuo.

Tutto ciò rientra in un discorso più generale. I future, utilizzati spesso in maniera speculativa, possono anche rispondere alle esigenze di un cassettista. In una mera ottica di diversificazione finanziaria, egli può prendere posizione su una merce o valuta, limitandosi a rinnovare il contratto due volte l’anno, senza cimentarsi a prevedere il futuro.

Beppe Scienza


Potrebbero interessarti

Investimenti sicuri o alti rendimenti? Conferenza di Beppe Scienza e Giovanna Nicodano alla Facoltà di Economia a Torino.

Beppe Scienza, in Video e podcast

L'imbroglio sui diamanti realizzato grazie all'appoggio del giornalismo economico italiano. L'oro non è poi tanto sicuro. Le polizze vita per investimento da evitare. Intervista a Beppe Scienza su Radio Marconi

Le riserve auree. In Germania si cercano rassicurazioni, in Italia prevalogono pretese demagogiche e proposte dilettantesche.

Beppe Scienza, in Attualità

Che pasticcio la riforma di Bankitalia. Tutti i dubbi Fulvio Coltorti, direttore Area studi di Mediobanca.

È normalmente il bisogno a spingere le persone a privarsi di gioielli, vendendoli come rottame d’oro. Cioè per il valore del metallo prezioso in essi contenuto e non come monili veri e propri. Si rivolgono così ai famigerati compro oro e gli pare che questi si siano accordati per tenere bassi i prezzi, assicurandosi così alti margini di profitto.

Beppe Scienza, in Attualità | Fisco

L’oro è salito molto. Da inizio giugno del 18%, rispetto a un anno fa del 33%, sempre in euro, e comunque del 27% in dollari.

Beppe Scienza, in Attualità | Indicazioni di investimento
Blog
Tags
ABI abn amro adusbef alitalia allianz altroconsumo Angela Merkel arbitraggio assogestioni azimut azioni bail in Banca Etica banca imi banca intesa banca marche Banca Mondiale banca popolare.. bankitalia bce Beppe Grillo beppe scienza bitcoin bond bond argentina borsa bot Bot-people brunetta btp btp italia btp-i bund bundesbank buoni del teso.. buoni fruttife.. busta arancio Byblos capital gain CariChieti CariFerrara carrai cassa depositi.. cat bond cedolare secca certificati di.. cina Cometa Commerzbank confindustria consob contante conti deposito conto arancio coronabond coronavirus corriere della.. covip default diamanti dividendi dollari economia educazione fin.. edufin enel etf euro euromercato evasione fisca.. Fabrizio Forqu.. fai-da-te fideuram fisco fondi comuni fondi pensione fondiss fondo atlante fondo cometa fondo obelisco Fonte For you Fulvio Coltort.. generali genertel germania gestione patri.. giovannini governo grecia hedge found immobili imposta patrim.. imu inarcassa inflazione inps investimenti La stampa lagarde Lannutti legge finanzia.. m5s Martin Blessin.. Matteo Renzi Maurizio Landi.. mediobanca mediolanum milleproroghe monorchio monte dei pasc.. mutui obbligazioni obbligazioni i.. oro Oscar giannino palazzo chigi paradiso fisca.. pensione integ.. pensioni pip pir polizze vita Popolare Etrur.. poste italiane potere acquist.. previdenza int.. pronti contro.. radio 24 redditometro referendum Renato Brunett.. report riserve auree risparmio risparmio gest.. risparmio trad.. rosciani Ruggero Po scudo fiscale sindacato sole 24 ore speculazione spread stress test svizzera tagliadebito tassi negativi Tesoro Tetrapak tfr titoli di stat.. titoli grecia titoli indiciz.. ufficio delle.. unicredit usura veneto banca Venezuela welfare aziend.. Willis Towers.. World Bank

Newsletter & Social Network

In quanto a previsioni su tassi d'interesse, cambi ecc. faccio mia la battuta di Karl Otto Pöhl, allora governatore della Banca Centrale Tedesca:

«Ich gebe keine Zins- oder Wechselkursprognosen ab, zumindest schon gar nicht für die Zukunft».