Il risparmio tradito ® a cura di Beppe Scienza
I danni causati ai risparmiatori da fondi, gestioni e previdenza integrativa.

Il Risparmio Tradito ® a cura di Beppe Scienza
I danni causati ai risparmiatori da fondi, gestioni e previdenza integrativa.

Il risparmio tradito ®

Le otto menzogne più frequenti sulla previdenza integrativa

AUTODIFESA

Le menzogne sulla previdenza integrativa sono molte. Per comodità le abbiamo ridotte a otto. Per ognuna di queste vi spieghiamo qual è l'alternativa.

Raccontano che sia...

Invece in realtà...

1 Necessaria:

per integrare la pensione pubblica è indispensabile sottoscrivere una qualche forma di previdenza integrativa; o almeno destinare a essa il TFR.

invece...

Si può integrare la pensione anche tenendo il TFR in azienda. Basta convertirlo in una rendita vitalizia, che magari sarà molto maggiore. Oppure investendo in titoli, buoni postali ecc.


2 Una libera scelta:

l'adesione alla previdenza integrativa è lasciata alla libera scelta di ognuno.

invece...

Molti lavoratori sono stati intrappolati, venendogli tolto il diritto a uscire, previsto dal loro fondo pensione. E una scelta che vincola anche per 40 anni non è un modello di libertà.


3 Sicura:

la previdenza integrativa è la soluzione più sicura per integrare la pensione.

invece...

A lungo termine contano solo le garanzie in termini reali, cioè di potere d'acquisto, non previste per fondi pensione, p.i.p. ecc. Le offrono invece il TFR, i titoli di stato e i buoni fruttiferi reali.


4 Sempre vincente:

basta prendere un periodo abbastanza lungo, come 20 anni, e i fondi pensione battono sempre il TFR.

invece...

I fondi pensioni conducono a perdite anche dell'80%, se crollano i mercati finanziari. Lo dimostrano i dati storici (vedi tabella: Il TFR difende meglio).


5 Trasparente:

i fondi pensione come i fondi comuni sono prodotti trasparenti.

invece...

Fondi pensione e simili sono ancora più opachi dei fondi comuni d'investimento. Uno non può mai sapere che titoli sono stati comprati o venduti coi suoi soldi, quando e a che prezzi.


6 Fiscalmente vantaggiosa:

chi destina il TFR alla previdenza integrativa, ha un forte vantaggio fiscale, che per i redditi più bassi arriva al 14%.

invece...

Per un investimento pluriennale conta il vantaggio fiscale su base annua, che per un giovane è intorno allo 0,50%. Quindi totalmente divorato dai costi espliciti e occulti della previdenza integrativa.


7 Adatta ai giovani:

soprattutto i giovani hanno convenienza ad aderire alla previdenza integrativa.

invece...

I vantaggi fiscali sono tanto più alti, quanto più uno è vicino alla pensione. E il vincolo temporale è meno gravoso: anche soli 5 anni, mentre un ventenne è intrappolato per 40-50 anni.


8 Sempre conveniente col contributo datoriale:

anche se rende poco, aderire a un fondo pensione chiuso conviene sempre grazie al contributo del datore di lavoro.

invece...

Il contributo del datore di lavoro non è sufficiente a compensare una serie di rendimenti negativi. Ed è garantito per pochissimi anni, solo fino al successivo rinnovo contrattuale.

Blog
Tags
ABI abn amro adusbef alitalia allianz altroconsumo Angela Merkel arbitraggio assogestioni azimut azioni bail in Banca Etica banca imi banca intesa banca marche Banca Mondiale banca popolare.. bankitalia bce Beppe Grillo beppe scienza bitcoin bond bond argentina borsa bot Bot-people brunetta btp btp italia btp-i bund bundesbank buoni del teso.. buoni fruttife.. busta arancio Byblos capital gain CariChieti CariFerrara carrai cassa depositi.. cat bond cedolare secca certificati di.. cina Cometa Commerzbank confindustria consob consulenti fin.. contante conti deposito conto arancio coronabond coronavirus corriere della.. covip default diamanti dividendi dollari economia educazione fin.. edufin enel etf euro euromercato evasione fisca.. Fabrizio Forqu.. fai-da-te fideuram fisco fondi comuni fondi pensione fondiss fondo atlante fondo cometa fondo obelisco Fonte For you Fulvio Coltort.. generali genertel germania gestione patri.. giovannini governo grecia hedge found immobili imposta patrim.. imu inarcassa inflazione inps investimenti La stampa lagarde Lannutti legge finanzia.. m5s Martin Blessin.. Matteo Renzi Maurizio Landi.. mediobanca mediolanum milleproroghe monorchio monte dei pasc.. mutui obbligazioni obbligazioni i.. oro Oscar giannino palazzo chigi paradiso fisca.. pensione integ.. pensioni pip pir polizze vita Popolare Etrur.. poste italiane potere acquist.. previdenza int.. pronti contro.. radio 24 redditometro referendum Renato Brunett.. report riserve auree risparmio risparmio gest.. risparmio trad.. rosciani Ruggero Po scudo fiscale sindacato sole 24 ore speculazione spread stress test svizzera tagliadebito tassi negativi Tesoro Tetrapak tfr titoli di stat.. titoli grecia titoli indiciz.. ufficio delle.. unicredit usura veneto banca Venezuela welfare aziend.. Willis Towers.. World Bank

Newsletter & Social Network

In quanto a previsioni su tassi d'interesse, cambi ecc. faccio mia la battuta di Karl Otto Pöhl, allora governatore della Banca Centrale Tedesca:

«Ich gebe keine Zins- oder Wechselkursprognosen ab, zumindest schon gar nicht für die Zukunft».