Il risparmio tradito ® a cura di Beppe Scienza
I danni causati ai risparmiatori da fondi, gestioni e previdenza integrativa.

Il Risparmio Tradito ® a cura di Beppe Scienza
I danni causati ai risparmiatori da fondi, gestioni e previdenza integrativa.

Il risparmio tradito ®

×

Un investimento forzoso, ma redditizio. I tassi sono scesi in generale, ma non per il TFR. Vedere «TFR contro tutti. Brilla per redditività rispetto a titoli di Stato, depositi bancari e fondi pensione» articolo sul Fatto Quotidiano in edicola lunedì 13-7-2020.

0,25%. Il lato oscuro del taglio al costo del denaro

Pubblicato giovedì 14 novembre 2013

il Fatto Quotidiano 13-11-2013 pag. 14

Risparmio e previdenza integrativa sono danneggiati dai tassi bassi della Banca Centrale Europea, ma in Italia associazioni di consumatori e sindacati si guardano bene dal dirlo; in Germania no.

Riscontriamo in Italia, nell'interpretazione migliore, un diffusa insensibilità per i problemi dei risparmiatori. Giovedì scorso la Banca Centrale Europea (BCE) ha abbassato il tasso di riferimento allo 0,25%, consolidando così una situazione già molto critica.

Un investitore non sfugge infatti a un'imbarazzante alternativa. Se ricerca la sicurezza (titoli di stato tedeschi e simili), deve accettare rendimenti sotto l'inflazione, il che implica il progressivo assottigliarsi del valore reale di quanto accantonato. Se vuole di più, deve accollarsi il rischio di perdite anche significative, implicite nei prestiti di stati malconci (Spagna, Italia, Portogallo ecc.) e peggio ancora nelle azioni. Un altro mondo rispetto agli anni Ottanta e Novanta con facili guadagni persino coi Bot: nel 1986 fruttarono addirittura un 8,5% pulito pulito, tolta l'inflazione e senza imposte. Intanto gonfiava, altra faccia della medaglia, il debito pubblico.

Ora uno si sarebbe atteso reazioni negative alla decisione della BCE da parte dei sedicenti difensori dei risparmiatori, come è stato per esempio in Germania. Attesa prontamente delusa.

Peggio ancora sul fronte specifico della previdenza integrativa. Con tassi reali negativi, i soldi (TFR compreso) a essa destinati non s'incrementano col passare degli anni, ma anzi si contraggono. In Germania la Lega degli Assicurati (Bund der Versicherten) denuncia che così "vengono puniti quanti risparmiano per la vecchiaia", in sintonia per altro con l'associazione degli assicuratori: si veda Der Spiegel.

Zitte zitte invece tutte quelle cosiddette associazioni di consumatori italiane che sgomitano solo per entrare in bislacche fondazioni, comitati, tavoli paritetici ecc. finanziati e quindi al servizio di banche e assicurazioni. Zitti zitti anche i sindacati, occupati a spartirsi con le associazioni padronali le poltrone dei fondi pensione, incassando laute prebende: dire la verità ne frenerebbe le vendite.

Qualcuno penserà che io abbia la fissa della Germania, ma come si fa a prescindere da essa per tutto quanto riguarda la moneta comune, tassi d'interesse compresi? Comunque il punto non sono i meriti tedeschi, ma le colpe italiane.

Allegati

Spiacente. la pagina che hai richiesto non è stata trovata

Blog
Tags
ABI abn amro adusbef alitalia allianz altroconsumo Angela Merkel arbitraggio assogestioni azimut azioni bail in Banca Etica banca imi banca intesa banca marche Banca Mondiale banca popolare.. bankitalia bce Beppe Grillo beppe scienza bitcoin bond bond argentina borsa bot Bot-people brunetta btp btp italia btp-i bund bundesbank buoni del teso.. buoni fruttife.. busta arancio Byblos capital gain CariChieti CariFerrara carrai cassa depositi.. cat bond cedolare secca certificati di.. cina Cometa Commerzbank confindustria consob contante conti deposito conto arancio coronabond coronavirus corriere della.. covip default diamanti dividendi dollari economia educazione fin.. edufin enel etf euro euromercato evasione fisca.. Fabrizio Forqu.. fai-da-te fideuram fisco fondi comuni fondi pensione fondiss fondo atlante fondo cometa fondo obelisco Fonte For you Fulvio Coltort.. generali genertel germania gestione patri.. giovannini governo grecia hedge found immobili imposta patrim.. imu inarcassa inflazione inps investimenti La stampa lagarde Lannutti legge finanzia.. m5s Martin Blessin.. Matteo Renzi Maurizio Landi.. mediobanca mediolanum milleproroghe monorchio monte dei pasc.. mutui obbligazioni obbligazioni i.. oro Oscar giannino palazzo chigi paradiso fisca.. pensione integ.. pensioni pip pir polizze vita Popolare Etrur.. poste italiane potere acquist.. previdenza int.. pronti contro.. radio 24 redditometro referendum Renato Brunett.. report riserve auree risparmio risparmio gest.. risparmio trad.. rosciani Ruggero Po scudo fiscale sindacato sole 24 ore speculazione spread stress test svizzera tagliadebito tassi negativi Tesoro Tetrapak tfr titoli di stat.. titoli grecia titoli indiciz.. ufficio delle.. unicredit usura veneto banca Venezuela welfare aziend.. Willis Towers.. World Bank

Newsletter & Social Network

In quanto a previsioni su tassi d'interesse, cambi ecc. faccio mia la battuta di Karl Otto Pöhl, allora governatore della Banca Centrale Tedesca:

«Ich gebe keine Zins- oder Wechselkursprognosen ab, zumindest schon gar nicht für die Zukunft».