Il risparmio tradito ® a cura di Beppe Scienza
I danni causati ai risparmiatori da fondi, gestioni e previdenza integrativa.

Il Risparmio Tradito ® a cura di Beppe Scienza
I danni causati ai risparmiatori da fondi, gestioni e previdenza integrativa.

Il risparmio tradito ®

In programma:

29-02-2020
Corso sugli investimenti a Bologna 2020
4 ore di corso con il prof. Beppe Scienza organizzato dall'associazione culturale Il dito nell'occhio.
Corso


Buoni fruttiferi e tanta pazienza, come sottrarsi al famigerato bail-in

Pubblicato lunedì 25 gennaio 2016

Il Fatto Quotidiano del 25-1-2016 a pag.22

Molti hanno paura che il crac delle quattro banche del Centro-Italia sia stato solo un assaggio e che il peggio debba ancora arrivare. Temono prelievi forzosi delle somme sui conti correnti, libretti bancari, conti deposito ecc. al limite anche avendo pochi soldi. In tali patemi d'animo ci sono certo esagerazioni. Matteo Renzi e il governatore della Banca d'Italia non resterebbero in sella con una ripetizione a breve del massacro dei risparmiatori del 22 novembre. Per cui faranno di tutto per tenere in piedi tutti gli istituti di credito, soprattutto se non minuscoli.

Ma cosa può fare chi voglia evitare ogni rischio, in particolare avendo sul conto più di 100 mila euro, soglia sopra la quale opererebbe il famigerato bail-in? Ebbene, vi sono soluzioni alternative di allocazione della liquidità per cui esso non è previsto.

Per esempio per i soldi prestati alla Coop o ad altre cooperative. Peccato che così si cada dalla padella alla brace. Ma il bail-in è escluso anche per libretti e buoni fruttiferi postali, in quanto emessi dalla Cassa Depositi e Prestiti, che non è una banca e dunque non è soggetta a tale procedura. Dal canto suo la Posta si limita a collocarli e quindi, nell'ipotesi estrema di un suo fallimento, l'emittente continuerebbe a rimborsarli per altra via.

Ma soprattutto sono garantiti dallo Stato senza limiti d'importo. Anzi, sono i soli depositi a godere di tale garanzia, che non c'è per i conti in banca. Lo conferma l'Associazione bancaria italiana, che nella sua buffa guida "Tu e il bail-in" esplicitamente rimanda unicamente ai due fondi di tutela (o garanzia) dei depositi per le giacenze fino a 100 mila euro a testa. Non è garantito dallo Stato neppure il conto Bancoposta, che è cosa diversa dai libretti postali.

I tassi di diversi buoni fruttiferi sono stati abbassati l'11 gennaio e quelli dei libretti sono vicini allo zero. Ma ciò è secondario, se l'obiettivo assoluto è la sicurezza e non il rendimento probabilisticamente atteso. Per sottoscrivere i buoni postali, bisogna però superare alcuni ostacoli. Occorre necessariamente andare alla Posta, salvo avere già un conto di Bancoposta o un libretto postale su cui operare on line. Recandosi in un ufficio postale, non serve poi solo pazienza per le code agli sportelli. È richiesta soprattutto una notevole forza di carattere, perché l'addetto farà di tutto per dissuadere il malcapitato risparmiatore dalla sua decisione. Insisterà infatti per scaricargli sul groppone polizze vita, fondi pensione e altro ciarpame finanziario-assicurativo.

Beppe Scienza

Spiacente. la pagina che hai richiesto non è stata trovata

In programma:

29-02-2020
Corso sugli investimenti a Bologna 2020
4 ore di corso con il prof. Beppe Scienza organizzato dall'associazione culturale Il dito nell'occhio.
Corso

Blog
Tags
ABI abn amro adusbef alitalia allianz altroconsumo Angela Merkel arbitraggio assogestioni azimut azioni bail in Banca Etica banca imi banca intesa banca marche Banca Mondiale banca popolare.. bankitalia bce Beppe Grillo beppe scienza bitcoin bond bond argentina borsa bot Bot-people brunetta btp btp italia btp-i bund bundesbank buoni del teso.. buoni fruttife.. busta arancio Byblos capital gain CariChieti CariFerrara carrai cassa depositi.. cat bond cedolare secca certificati di.. cina Cometa Commerzbank confindustria consob contante conti deposito conto arancio corriere della.. covip default diamanti dividendi economia educazione fin.. edufin enel euro euromercato evasione fisca.. Fabrizio Forqu.. fai-da-te fideuram fisco fondi comuni fondi pensione fondiss fondo atlante fondo cometa fondo obelisco Fonte For you Fulvio Coltort.. generali genertel germania gestione patri.. giovannini governo grecia hedge found immobili imu inarcassa inflazione inps investimenti La stampa Lannutti legge finanzia.. m5s Martin Blessin.. Matteo Renzi Maurizio Landi.. mediobanca mediolanum milleproroghe monorchio monte dei pasc.. mutui obbligazioni obbligazioni i.. oro Oscar giannino palazzo chigi paradiso fisca.. pensione integ.. pensioni pip pir polizze vita Popolare Etrur.. poste italiane potere acquist.. previdenza int.. pronti contro.. radio 24 redditometro referendum Renato Brunett.. report riserve auree risparmio risparmio gest.. risparmio trad.. rosciani Ruggero Po scudo fiscale sindacato sole 24 ore speculazione spread stress test svizzera tagliadebito tassi negativi Tesoro Tetrapak tfr titoli di stat.. titoli grecia titoli indiciz.. ufficio delle.. unicredit usura veneto banca Venezuela welfare aziend.. Willis Towers.. World Bank

Newsletter & Social Network

In quanto a previsioni su tassi d'interesse, cambi ecc. faccio mia la battuta di Karl Otto Pöhl, allora governatore della Banca Centrale Tedesca:

«Ich gebe keine Zins- oder Wechselkursprognosen ab, zumindest schon gar nicht für die Zukunft».