Il risparmio tradito ® a cura di Beppe Scienza
I danni causati ai risparmiatori da fondi, gestioni e previdenza integrativa.

Il Risparmio Tradito ® a cura di Beppe Scienza
I danni causati ai risparmiatori da fondi, gestioni e previdenza integrativa.

Il risparmio tradito ®

I falsi miti dell’investire in Spac e di seguire le scelte dei vip

Pubblicato mercoledì 22 marzo 2017

Articolo sul Fatto Quotidiano del 22-3-2017 a pag. 16

Si vende l’idea, sono soliti dire i promotori finanziari. Il prodotto nuovo, la formula innovativa non sono ancora squalificati a causa delle figure barbine collezionate negli anni precedenti. Così una delle ultime trovate per arrivare ai soldi di risparmiatori e soprattutto di facoltosi eredi, è la spac. Abbreviazione inglese di Special Purpose Acquisition Company. E in effetti lo strumento può avere senso come scorciatoia per portare al listino di Borsa una società non quotata.

Qui però vogliamo concentrarci su cosa capita in banche, sim e family office. I sedicenti consulenti finanziari decantano la formula, raccontando di persone molto introdotte che costituiscono una spac, vi versano soldi di tasca propria e poi offrono ad altri di partecipare. L’obiettivo è raccogliere abbastanza capitale per comprare una società particolarmente promettente, ma appunto non ancora quotata.

Sbandierano articoli di stampa, con titoli del tipo “Ricchi con la spac”, e citano personaggi più o meno noti, quali Vito Gamberale, Massimo Capuano, Fulvio Conti ecc., che in tal modo avrebbero guadagnato e fatto guadagnare tanti quattrini. In realtà non è questo il caso per esempio dell’Ivs, che fatica a tornare ai 10 euro iniziali.

Ma il discorso è più generale. Torna infatti alla mente cosa facevano alla fine degli anni ’70, cioè al tempo dei titoli atipici, i venditori porta a porta della Fundus di Torino. Andavano a dire che i soldi raccolti venivano messi e gestiti assieme a quelli degli Agnelli. Giocavano fra l’altro sul fatto di aver la sede nello stesso edificio di parecchie società del gruppo Fiat: Ifi, Sai, Unicem ecc. Cominciata bene, la storia finì molto male col crac Scotti.

L’imbroglio è sempre lo stesso: si fa credere che sia possibile e addirittura facile essere invitati a dividere la torta con ricchi e potenti, che fungono da specchietti per le allodole. Perché mai questi non dovrebbero fare invece la propria convenienza a danno degli investitori? Soprattutto con controlli laschi e nessuna trasparenza?

Beppe Scienza

Spiacente. la pagina che hai richiesto non è stata trovata

Blog
Tags
ABI abn amro adusbef alitalia allianz altroconsumo Angela Merkel arbitraggio assogestioni azimut azioni bail in Banca Etica banca imi banca intesa banca marche Banca Mondiale banca popolare.. bankitalia bce Beppe Grillo beppe scienza bitcoin bond bond argentina borsa bot Bot-people brunetta btp btp italia btp-i bund bundesbank buoni del teso.. buoni fruttife.. busta arancio Byblos capital gain CariChieti CariFerrara carrai cassa depositi.. cat bond cedolare secca certificati di.. cina Cometa Commerzbank confindustria consob contante conti deposito conto arancio coronabond coronavirus corriere della.. covip default diamanti dividendi dollari economia educazione fin.. edufin enel etf euro euromercato evasione fisca.. Fabrizio Forqu.. fai-da-te fideuram fisco fondi comuni fondi pensione fondiss fondo atlante fondo cometa fondo obelisco Fonte For you Fulvio Coltort.. generali genertel germania gestione patri.. giovannini governo grecia hedge found immobili imposta patrim.. imu inarcassa inflazione inps investimenti La stampa lagarde Lannutti legge finanzia.. m5s Martin Blessin.. Matteo Renzi Maurizio Landi.. mediobanca mediolanum milleproroghe monorchio monte dei pasc.. mutui obbligazioni obbligazioni i.. oro Oscar giannino palazzo chigi paradiso fisca.. pensione integ.. pensioni pip pir polizze vita Popolare Etrur.. poste italiane potere acquist.. previdenza int.. pronti contro.. radio 24 redditometro referendum Renato Brunett.. report riserve auree risparmio risparmio gest.. risparmio trad.. rosciani Ruggero Po scudo fiscale sindacato sole 24 ore speculazione spread stress test svizzera tagliadebito tassi negativi Tesoro Tetrapak tfr titoli di stat.. titoli grecia titoli indiciz.. ufficio delle.. unicredit usura veneto banca Venezuela welfare aziend.. Willis Towers.. World Bank

Newsletter & Social Network

In quanto a previsioni su tassi d'interesse, cambi ecc. faccio mia la battuta di Karl Otto Pöhl, allora governatore della Banca Centrale Tedesca:

«Ich gebe keine Zins- oder Wechselkursprognosen ab, zumindest schon gar nicht für die Zukunft».