Il risparmio tradito ® a cura di Beppe Scienza
I danni causati ai risparmiatori da fondi, gestioni e previdenza integrativa.

Il Risparmio Tradito ® a cura di Beppe Scienza
I danni causati ai risparmiatori da fondi, gestioni e previdenza integrativa.

Il risparmio tradito ®

No Cash Day. Tutti in coda alla lobby bancaria

Pubblicato mercoledì 10 giugno 2015

il Fatto Quotidiano del 10-06-2015 pag. 14

I nemici del contante sono tornati alla carica col quinto No Cash Day (l'italiano è vietato!). Per capire chi meni la danza, basta vedere come inizia l'elenco dei promotori, ovvero con l'associazione delle banche italiane (Abi). Seguono poi ditte che guadagnano sui pagamenti elettronici e, nel mucchio, una delle tante sigle a difesa dei consumatori, che in Italia ostentano senza pudore fitte collaborazioni con banche e assicurazioni. Né poteva mancare la presenza di parlamentari del PD, attivo patrocinatore degli interessi delle banche (e precisamente di Marina Sereni e Sergio Boccadutri).

Ovviamente non c'è nulla di male che le città italiane offrano ai cittadini sistemi di pagamento elettronici, tema del convegno dell'8 giugno. Peccato che l'iniziativa s'inserisca in un disegno ben più ampio, ovvero la tanto strombazzata guerra al contante. Anzi, scusate, war on cash. E qui si apre una voragine di disinformazione, frottole e luoghi comuni infondati. Per smontare i più subdoli ricorrerò a una fonte ben più autorevole di me, cioè la banca centrale tedesca; e in particolare a suoi massimi esponenti, quali Jens Weidmann e Carl-Ludwig Thiele.

Per cominciare è falso che l'ampio utilizzo dei contanti sia confinato a paesi come l'Italia o la Grecia: i dati più recenti attestano per la Germania un 80% dei pagamenti in contanti. Ciò confuta la tesi ripresa anche da LaVoce.info che "nei paesi europei in cui si maneggia più contante l’incidenza dell’economia sommersa è più elevata".

Risibile poi il richiamo ai batteri e virus veicolati dalle banconote, perché lo stesso varrebbe per le tastiere di pos, bancomat ecc.

Sui costi dell'uso del contante infine vengono diffuse cifre iperboliche, quali 50 miliardi l'anno per l'eurozona, sulla base di valutazioni di cui la Bundesbank confuta ogni valore scientifico, oltre a sottolinearne la tendenziosità.

In realtà lo spingere gli italiani a rinunciare all'uso dei contanti obbedisce solo agli interessi delle banche e dei gestori dei circuiti di pagamento elettronici. Infatti, come osserva Weidman, governatore della Bundesbank, "il denaro contante è un ovvio compagno della vita quotidiana, una delle poche cose che praticamente tutti pressoché sempre hanno con sé". Alla faccia del No Cash Day, un'assurdità impensabile in Germania.

Spiacente. la pagina che hai richiesto non è stata trovata

Blog
Tags
ABI abn amro adusbef alitalia allianz altroconsumo Angela Merkel arbitraggio assogestioni azimut azioni bail in Banca Etica banca imi banca intesa banca marche Banca Mondiale banca popolare.. bankitalia bce Beppe Grillo beppe scienza bitcoin bond bond argentina borsa bot Bot-people brunetta btp btp italia btp-i bund bundesbank buoni del teso.. buoni fruttife.. busta arancio Byblos capital gain CariChieti CariFerrara carrai cassa depositi.. cat bond cedolare secca certificati certificati di.. cina Cometa Commerzbank confindustria consob consulenti fin.. contante conti deposito conto arancio coronabond coronavirus corriere della.. covip debito publico default diamanti dividendi dollari economia educazione fin.. edufin enel etf euro euromercato evasione fisca.. Fabrizio Forqu.. fai-da-te fideuram fisco fondi comuni fondi pensione fondiss fondo atlante fondo cometa fondo obelisco Fonte For you Fulvio Coltort.. future generali genertel germania gestione patri.. giovannini governo grecia hedge found immobili imposta patrim.. imu inarcassa inflazione inps investimenti La stampa lagarde Lannutti legge finanzia.. m5s Martin Blessin.. Matteo Renzi Maurizio Landi.. mediobanca mediolanum milleproroghe monorchio monte dei pasc.. mutui obbligazioni obbligazioni i.. oro Oscar giannino palazzo chigi paradiso fisca.. pensione integ.. pensioni pip pir polizze vita Popolare Etrur.. poste italiane potere acquist.. previdenza int.. pronti contro.. radio 24 redditometro referendum Renato Brunett.. report riserve auree risparmio risparmio gest.. risparmio trad.. rosciani Ruggero Po scudo fiscale sindacato sole 24 ore speculazione spread stress test svizzera tagliadebito tassi negativi Tesoro Tetrapak tfr titoli di stat.. titoli grecia titoli indiciz.. ufficio delle.. unicredit usura veneto banca Venezuela welfare aziend.. Willis Towers.. World Bank

Newsletter & Social Network

In quanto a previsioni su tassi d'interesse, cambi ecc. faccio mia la battuta di Karl Otto Pöhl, allora governatore della Banca Centrale Tedesca:

«Ich gebe keine Zins- oder Wechselkursprognosen ab, zumindest schon gar nicht für die Zukunft».