Il risparmio tradito ® a cura di Beppe Scienza
I danni causati ai risparmiatori da fondi, gestioni e previdenza integrativa.

Il Risparmio Tradito ® a cura di Beppe Scienza
I danni causati ai risparmiatori da fondi, gestioni e previdenza integrativa.

Il risparmio tradito ®


Tassi bassi: basta rischiare un po', per guadagnare di più. Ma è vero?

Pubblicato lunedì 18 aprile 2016

Articolo sul Fatto Quotidiano del 18-4-2016 a pag. 18

I risparmiatori sono comprensibilmente spiazzati dai tassi vicini allo zero di titoli di Stato, buoni fruttiferi, libretti postali ecc. Ma c'è chi millanta di avere la soluzione: "Per ottenere di più, bisogna rischiare un po'" o peggio ancora, in maniera più diretta: "Basta rischiare di più e si hanno rendimenti più alti". Questo è il messaggio ricorrente, quasi martellante, in articoli e in interviste radiofoniche e televisive di pretesi esperti.

È tutto molto semplice, a sentire costoro e quanto ripetono impiegati di banca, promotori finanziari e sedicenti consulenti. Basta dare l'addio senza rimpianti alle soluzioni dai rendimenti sicuri, ma ormai irrisori. È sufficiente passare ai fondi azionari, ai certificati, ai titoli in valuta estera ecc. e mediamente (e comunque a lungo termine) si avranno risultati soddisfacenti.

In realtà dietro a tutto ciò c'è un imbroglio e un disegno occulto. L'imbroglio è l'uso costante di frasi capziose quali: "Con le azioni si può ottenere il 5% l'anno" oppure "Coi fondi flessibili si arriva sopra il 3%", senza aggiungere "Ma uno ci può rimettere anche il 3%, il 5% o magari il 20% in pochi mesi". Così facendo si distoglie l'attenzione dall'eventualità della perdita.

Il fine nascosto è rifilare ai clienti gli impieghi più convenienti, non per loro, bensì per la banca (o la rete di vendita porta a porta). Piazzando ad esempio un certificato, essa può raschiare via subito il decuplo di quanto il Tesoro rigira all'intermediario sui Btp Italia (0,3 per cento). Con un fondo comune può arraffare in un modo o nell'altro un 2-3 per cento l'anno, ossia facilmente cinquanta volte tanto.

Ricade però tutto sul risparmiatore il rischio di perdite con investimenti azionari diretti o peggio tramite fondi comuni, vere e proprie scatole nere, o certificati con strutture incomprensibili. Viene in mente la famosa battuta "Armiamoci e partite", da trasformare in: "Voi rischiate e noi guadagniamo".

Inoltre è falso che secondo la matematica-finanziaria o la teoria economica gli investimenti più rischiosi rendono mediamente di più. È dimostrabile tutt'al più una tesi ben diversa: un investitore razionale accetterà rischi solo a fronte dell'aspettativa, comunque soggettiva, di rendimenti attesi abbastanza alti. Ma pure quanti dilapidano i risparmi alle slot-machine o col gratta-e-vinci lo fanno con l'aspettativa di vincere.

Conclusione: è più prudente rassegnarsi, almeno per un po', a rendimenti molto bassi.

Beppe Scienza

Spiacente. la pagina che hai richiesto non è stata trovata

Blog
Tags
ABI abn amro adusbef alitalia allianz altroconsumo Angela Merkel arbitraggio assogestioni azimut azioni bail in Banca Etica banca imi banca intesa banca marche Banca Mondiale banca popolare.. bankitalia bce Beppe Grillo beppe scienza bitcoin bond bond argentina borsa bot Bot-people brunetta btp btp italia btp-i bund bundesbank buoni del teso.. buoni fruttife.. busta arancio Byblos capital gain CariChieti CariFerrara carrai cassa depositi.. cat bond cedolare secca certificati di.. cina Cometa Commerzbank confindustria consob contante conti deposito conto arancio corriere della.. covip default diamanti dividendi economia educazione fin.. edufin enel euro euromercato evasione fisca.. Fabrizio Forqu.. fai-da-te fideuram fisco fondi comuni fondi pensione fondiss fondo atlante fondo cometa fondo obelisco Fonte For you Fulvio Coltort.. generali genertel germania gestione patri.. giovannini governo grecia hedge found immobili imu inarcassa inflazione inps investimenti La stampa Lannutti legge finanzia.. m5s Martin Blessin.. Matteo Renzi Maurizio Landi.. mediobanca mediolanum milleproroghe monorchio monte dei pasc.. mutui obbligazioni obbligazioni i.. oro Oscar giannino palazzo chigi paradiso fisca.. pensione integ.. pensioni pip pir polizze vita Popolare Etrur.. poste italiane potere acquist.. previdenza int.. pronti contro.. radio 24 redditometro referendum Renato Brunett.. report riserve auree risparmio risparmio gest.. risparmio trad.. rosciani Ruggero Po scudo fiscale sindacato sole 24 ore speculazione spread stress test svizzera tagliadebito tassi negativi Tesoro Tetrapak tfr titoli di stat.. titoli grecia titoli indiciz.. ufficio delle.. unicredit usura veneto banca Venezuela welfare aziend.. Willis Towers.. World Bank

Newsletter & Social Network

In quanto a previsioni su tassi d'interesse, cambi ecc. faccio mia la battuta di Karl Otto Pöhl, allora governatore della Banca Centrale Tedesca:

«Ich gebe keine Zins- oder Wechselkursprognosen ab, zumindest schon gar nicht für die Zukunft».