Solo Francoforte argina le storture delle casse popolari venete.
I casi di Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza.

2 Settembre 2015 :: Beppe Scienza :: Attualità

Il Fatto Quotidiano di mercoledì 2-9-2015 a pag. 16

Solo Francoforte riesce a raddrizzare le storture italiane, in particolare delle banche popolari venete. La Banca Centrale Europea (Bce) aveva già bloccato in giugno la vendita della Bim da parte di Veneto Banca, per forti riserve su alcuni compratori. Più pesantemente è intervenuta di recente sulla Banca Popolare di Vicenza, che da anni fa la furba, quando deve procedere ad aumenti di capitale.

Vediamo di cosa si tratta, riferendoci al caso più recente e semplificando un po' le cose. L'inganno era ordito in prima istanza a danno dei risparmiatori. Molti suoi impiegati, anche per le pressioni subite, avevano convinto clienti della banca a indebitarsi al tasso di un misero 1% per sottoscrivere nuove azioni. Unico a denunciare la cosa fu il Fatto Quotidiano il 15 aprile scorso, quando la perdita rispetto a quanto versato era arrivata sul 170%, fra interessi e abbattimento del valore del titolo da 62,5 a 48 euro.

Ma l'imbroglio era duplice. Oltre a far strapagare le sue azioni, la banca aveva anche aggirato il problema dell'insufficiente patrimonializzazione. Anziché raccogliere denaro fresco, era ricorsa a una specie di partita di giro. I soldi per la sottoscrizione delle nuove azioni li prestava essa stessa, aumentando i propri debiti, complessivamente per 975 milioni di euro. La Banca d'Italia non aveva mai battuto ciglio. Per fortuna alla Bce invece non chiudono tutti e due gli occhi.

Concludiamo però con una nota confortante. Discusso presidente della banca vicentina è Gianni Zonin, nome cui molti associano brutti ricordi di vini scadenti. Ma Gianni Fabrizio, autore della Guida dei Vini del Gambero Rosso, informa che negli anni la qualità è migliorata. Sono anche state acquisite aziende di ottimo livello, con etichette certo superiori all'aeppelwoi*, il vino di mele tipico dell'Assia, la regione di Francoforte. Basterà questo a riscattare l'immagine dell'Italia in Germania e in Europa?

* Denominazione nel dialetto di Francoforte, non rara nelle trattorie del quartiere di Sachsenhausen, sull'altra riva del Meno, un po' simile a Trastevere; in tedesco il sidro è Apfelwein.

Articoli simili che potrebbero interessarti

I Libri

I Libri del prof. Beppe Scienza

Video

Vogliono salvare le banche con le casse previdenziali
intervista del 18-7-2016 per il Movimento 5 Stelle al Parlamento Europeo.
Video itervista di Beppe Scienza per il Movimento 5 stelle al parlamento europeo
Tutti i video