Il risparmio tradito ® a cura di Beppe Scienza
I danni causati ai risparmiatori da fondi, gestioni e previdenza integrativa.

Il Risparmio Tradito ® a cura di Beppe Scienza
I danni causati ai risparmiatori da fondi, gestioni e previdenza integrativa.

Il risparmio tradito ®

×

«Metodi per le scelte finanziarie e previdenziali»: corso semestrale, quest'anno on line, per la laurea in Matematica all’Università di Torino: Inizia a breve. Può iscriversi, nel limite dei posti, anche chi non è studente universitario

In difesa del giornalista Oscar Giannino

Pubblicato mercoledì 20 marzo 2013

Dal blog del Fatto quotidiano

Voglio difendere Oscar Giannino, scivolato su una buccia di banana nella recente campagna elettorale, quando venne fuori che in realtà non era laureato.

Ma non entro nel merito del personaggio politico e tanto meno delle motivazioni psicologiche del suo comportamento, che ricorda quello di Heinrich Schliemann. Il quale pure non avrebbe avuto bisogno di insistere con vanterie infondate, diventato prima ricco col commercio e poi anche celeberrimo con la scoperta di Troia e del c.d Tesoro di Priamo. Eppure lo faceva, come riferiscono concordi i suoi biografi.

Voglio difendere Giannino come giornalista, perché sono davvero irritanti le critiche provenienti dall’interno dai suoi colleghi. Il blog di Franco Abruzzo riporta interventi dove leggiamo del “discredito che ha provocato all’intera categoria”, “con Giannino perdiamo anche noi” ecc.

Ma per favore! Sui temi di cui mi occupo da decenni, cioè il risparmio e la previdenza integrativa, il normale livello del giornalismo economico italiano non è basso: è infimo.

Trabocca di titoli propagandistici, espressioni celebrative, applausi immotivati, interviste senza il minimo contradditorio a venditori scatenati a meravigliare i loro prodotti ecc. Tutta roba che finisce fotocopiata quale supporto alle vendite. Non parliamo poi degli strafalcioni numerici, sempre a senso unico cioè con rendimenti gonfiati. Nei miei libri ho riportato centinaia di esempi, scelti fra le migliaia che ho archiviato, tratti dal Sole 24 Ore, dal Corriere della Sera, dal Mondo ecc.

Sull’argomento credo poi di aver titolo per parlare anche come giornalista pubblicista, avendo collaborato dal 1984 a oggi a ben 24 testate. Ebbene, una cosa posso dire: ce ne fossero di più di giornalisti come Oscar Giannino.

Lo conobbi come responsabile di Libero Mercato, una bella pagina del giornalismo economico italiano, da cui venne estromesso nel febbraio 2009. Mai una sola volta censurò un mio articolo, per quanto potessero risultare sgraditi ai poteri bancari, assicurativi o sindacali (leggi: fondi pensione) i dati che spiattellavo. Era infatti costantemente impegnato a fornire notizie, anziché a manipolarle in ossequio alla proprietà e/o alla pubblicità. Un comportamento davvero anomalo nel giornalismo economico italiano.

Sarò più esplicito: se l’Italia avesse avuto più giornalisti come Oscar Giannino, con o senza lauree, i risparmiatori non ci avrebbero rimesso decine di miliardi di euro, come invece risulta fra l’altro dalle annuali ricerche di Mediobanca sui fondi comuni d’investimento e fondi pensione.


Potrebbero interessarti

Beppe Scienza, intervistato da Nico Genovese, al microfono di Pubblico Passaggio, su fondi pensione.

Beppe Scienza, in Video e podcast

Conferenza sulla previdenza integrativa di Beppe Scienza a Pisa presso la sede dei Cobas.

Beppe Scienza, in Video e podcast

Mettere i propri soldi in un fondo pensione vuol dire legare il risultato all'andamento dei mercati finanziari.

Beppe Scienza, in Video e podcast

Intervista a Radio Radicale di Stefano Imbruglia a Beppe Scienza sulla scarsa adesione degli italiani ai fondi pensioni.

Beppe Scienza, in Fondi pensione o TFR

TESI DI LAUREA del candidato Livio Nervo, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO FACOLTÀ DI ECONOMIA - Relatore: Prof. Giovanna Nicodano - Correlatore: Prof. Beppe Scienza

Smentiti i consigli della ditta Altroconsumo a favore della previdenza integrativa.

Blog
Tags
ABI abn amro adusbef alitalia allianz altroconsumo Angela Merkel arbitraggio assogestioni azimut azioni bail in Banca Etica banca imi banca intesa banca marche Banca Mondiale banca popolare.. bankitalia bce Beppe Grillo beppe scienza bitcoin bond bond argentina borsa bot Bot-people brunetta btp btp italia btp-i bund bundesbank buoni del teso.. buoni fruttife.. busta arancio Byblos capital gain CariChieti CariFerrara carrai cassa depositi.. cat bond cedolare secca certificati certificati di.. cina Cometa Commerzbank confindustria consob consulenti fin.. contante conti deposito conto arancio coronabond coronavirus corriere della.. covip debito publico default diamanti dividendi dollari economia educazione fin.. edufin enel etf euro euromercato evasione fisca.. Fabrizio Forqu.. fai-da-te fideuram fisco fondi comuni fondi pensione fondiss fondo atlante fondo cometa fondo obelisco Fonte For you Fulvio Coltort.. future generali genertel germania gestione patri.. giovannini governo grecia hedge found immobili imposta patrim.. imu inarcassa inflazione inps investimenti La stampa lagarde Lannutti legge finanzia.. m5s Martin Blessin.. Matteo Renzi Maurizio Landi.. mediobanca mediolanum milleproroghe monorchio monte dei pasc.. mutui obbligazioni obbligazioni i.. oro Oscar giannino palazzo chigi paradiso fisca.. pensione integ.. pensioni pip pir polizze vita Popolare Etrur.. poste italiane potere acquist.. previdenza int.. pronti contro.. radio 24 redditometro referendum Renato Brunett.. report riserve auree risparmio risparmio gest.. risparmio trad.. rosciani Ruggero Po scudo fiscale sindacato sole 24 ore speculazione spread stress test svizzera tagliadebito tassi negativi Tesoro Tetrapak tfr titoli di stat.. titoli grecia titoli indiciz.. ufficio delle.. unicredit usura veneto banca Venezuela welfare aziend.. Willis Towers.. World Bank

Newsletter & Social Network

In quanto a previsioni su tassi d'interesse, cambi ecc. faccio mia la battuta di Karl Otto Pöhl, allora governatore della Banca Centrale Tedesca:

«Ich gebe keine Zins- oder Wechselkursprognosen ab, zumindest schon gar nicht für die Zukunft».