Il risparmio tradito ® a cura di Beppe Scienza
I danni causati ai risparmiatori da fondi, gestioni e previdenza integrativa.

Il Risparmio Tradito ® a cura di Beppe Scienza
I danni causati ai risparmiatori da fondi, gestioni e previdenza integrativa.

Il risparmio tradito ®


×


Capire o inveire? Forse i tedeschi non hanno tutti i torti:
“Coronabond, perché la Germania non li vuole”.
post di Beppe Scienza del 1-4-2020 nel blog del Fatto Quotidiano.

La pericolosa evoluzione di banche che diventano gestori di risparmio

Pubblicato lunedì 27 novembre 2017

Articolo sul Fatto Quotidiano del 27-11-2017 pag. 18

I crac di quattro banche nel 2015, di due quest’anno e quello sfiorato del Monte dei Paschi preoccupano i risparmiatori. In gran parte a torto. Altri sono i pericoli che ora corrono, altri i modi per portargli via soldi. Le banche italiane non rifilano più proprie azioni a prezzi gonfiati od obbligazioni subordinate. Addirittura preferiscono non fare più le banche, cioè raccogliere denaro da prestare a tassi più alti.

Glielo consiglia pubblicamente anche la Banca d’Italia, che per inciso non impedì i collocamenti delle azioni poi azzerate. Il suo direttore generale, Salvatore Rossi, il 6-11-2017 ha esortato il sistema bancario italiano a “essere meno banca tradizionale che raccoglie risparmio […] e più banca che fa gestione del risparmio”. Un invito all’arrembaggio dei patrimoni dei clienti, inimmaginabile da parte della banca centrale tedesca. Comunque un’operazione già in atto. Proprio l’indomani Banca Intesa annunciava che arrivava dal risparmio gestito oltre la metà del risultato dei primi nove mesi dell’anno.

Se è pericoloso dare denaro alle banche, comprando loro titoli, lo è anche affidargli i propri soldi. Cosa cambia fra trovarsi un ventesimo dei propri risparmi in fumo, perché in azioni di una banca fallita, oppure averli in un giardinetto di fondi e pagare un 5% medio fra commissioni, provvigioni, costi, spese ecc.? Se c’è una differenza, è in peggio: nel primo caso uno se n’accorge, nel secondo spesso no.

Il 5% è una percentuale esagerata? Semmai è il contrario, visto che da varie ricerche sui costi e oneri a carico dell’investimento per esempio in fondi azionari risulta un’incidenza nell’ordine del 23-25% complessivo per gli ultimi dieci anni: tutti soldi sottratti ai risparmiatori.

E come è possibile che a cosiddetti consulenti che cambiano banca, quella dove approdano gli offra fino al 3% dei conti che portano con sé? Ciò implica che dai patrimoni trasferiti la nuova banca preleverà, in un modo o nell’altro, quelle cifre e ovviamente anche altre.

Che dire poi di contratti per investimenti che prevedono un 4-5% per chi volesse disinvestire dopo un anno? Certo che un risparmiatore accorto non dovrebbe mai firmare l’impegno a pagare un riscatto, per potersi riprendere i propri soldi. Ciò che rovina molti risparmiatori è la (residua) fiducia nella banca o nella Posta, che invece deve venire meno del tutto. Nell’ambito dei soldi l’approccio giusto non è la fiducia, bensì la diffidenza.

Beppe Scienza


Potrebbero interessarti

Intervista a Beppe Scienza Condotta da Chiara Lico (RAI 2) nella trasmissione 'Divieto di sosta'

Beppe Scienza, in Video e podcast

Gestione o fai da te? I risparmiatori italiani sono in balia di promotori, banche e consulenti che impongono fondi pensione e piani previdenziali. Perché e come evitarli. La previdenza integrativa in Italia è un ramo d'azienda dell'industria parassitaria del risparmio gestito.

Beppe Scienza, in Danni del risparmio gestito

30 anni fallimentari per i fondi comuni: peggio anche dei buoni postali.

Corriere della Sera: esegesi dell'inganno. Possiamo scommettere che col nuovo direttore non cambierà nulla: il quotidiano di Intesa-Sanpaolo e altri continuerà a promuovere in modo subdolo risparmio gestito e previdenza integrativa.

Pian piano la verità sul saccheggio legalizzato del risparmio gestito viene a galla, ma di regola i giornalisti economici si guardano bene dallo scriverla.

Blog
Tags
ABI abn amro adusbef alitalia allianz altroconsumo Angela Merkel arbitraggio assogestioni azimut azioni bail in Banca Etica banca imi banca intesa banca marche Banca Mondiale banca popolare.. bankitalia bce Beppe Grillo beppe scienza bitcoin bond bond argentina borsa bot Bot-people brunetta btp btp italia btp-i bund bundesbank buoni del teso.. buoni fruttife.. busta arancio Byblos capital gain CariChieti CariFerrara carrai cassa depositi.. cat bond cedolare secca certificati di.. cina Cometa Commerzbank confindustria consob contante conti deposito conto arancio corriere della.. covip default diamanti dividendi economia educazione fin.. edufin enel euro euromercato evasione fisca.. Fabrizio Forqu.. fai-da-te fideuram fisco fondi comuni fondi pensione fondiss fondo atlante fondo cometa fondo obelisco Fonte For you Fulvio Coltort.. generali genertel germania gestione patri.. giovannini governo grecia hedge found immobili imu inarcassa inflazione inps investimenti La stampa Lannutti legge finanzia.. m5s Martin Blessin.. Matteo Renzi Maurizio Landi.. mediobanca mediolanum milleproroghe monorchio monte dei pasc.. mutui obbligazioni obbligazioni i.. oro Oscar giannino palazzo chigi paradiso fisca.. pensione integ.. pensioni pip pir polizze vita Popolare Etrur.. poste italiane potere acquist.. previdenza int.. pronti contro.. radio 24 redditometro referendum Renato Brunett.. report riserve auree risparmio risparmio gest.. risparmio trad.. rosciani Ruggero Po scudo fiscale sindacato sole 24 ore speculazione spread stress test svizzera tagliadebito tassi negativi Tesoro Tetrapak tfr titoli di stat.. titoli grecia titoli indiciz.. ufficio delle.. unicredit usura veneto banca Venezuela welfare aziend.. Willis Towers.. World Bank

Newsletter & Social Network

In quanto a previsioni su tassi d'interesse, cambi ecc. faccio mia la battuta di Karl Otto Pöhl, allora governatore della Banca Centrale Tedesca:

«Ich gebe keine Zins- oder Wechselkursprognosen ab, zumindest schon gar nicht für die Zukunft».