Il risparmio tradito ® a cura di Beppe Scienza
I danni causati ai risparmiatori da fondi, gestioni e previdenza integrativa.

Il Risparmio Tradito ® a cura di Beppe Scienza
I danni causati ai risparmiatori da fondi, gestioni e previdenza integrativa.

Il risparmio tradito ®

×

«Metodi per le scelte finanziarie e previdenziali»: corso semestrale, quest'anno on line, per la laurea in Matematica all’Università di Torino: Inizia a breve. Può iscriversi, nel limite dei posti, anche chi non è studente universitario

I risparmiatori battono i gestori. Ecco come fare

Pubblicato lunedì 18 marzo 2002

Intervista su Affari Italiani (18 marzo 2002).

Esistono tecniche che permettono di investire da soli in azioni con costi molto bassi. Banche e sim si guardano bene dal divulgarle: ridurrebbero i loro utili.

"Un risparmiatore può battere i gestori professionali, che fanno peggio di Piazza Affari e di Wall Street". Parola di Beppe Scienza, docente di Matematica all'Università di Torino. "Esistono tecniche che permettono di investire da soli in azioni con costi molto bassi. Banche e sim si guardano bene dal divulgarle: ridurrebbero i loro utili".

Beppe Scienza, docente universitario e autore di un noto libro di denuncia nei confronti del risparmio gestito (Il risparmio tradito, Ediz. Libreria Cortina Torino), propone nuove iniziative a difesa dei risparmiatori.

Al Dipartimento di Matematica dell’Università di Torino, Scienza ha organizzato un corso di aggiornamento che insegna a far meglio dei fondi obbligazionari e che verrà ripetuto in autunno, viste le richieste superiori ai posti previsti. Ora ne sta preparando uno sull’investimento azionario non speculativo, anch'esso rivolto ai piccoli investitori. L’impostazione è simile: dire ai partecipanti ciò che ai corsi della Bocconi o simili non vengono mai dette.

Ma la nuova proposta stupisce: il mercato azionario non è forse il tipico terreno di caccia degli speculatori? Per questo motivo, Affari Italiani ha posto a Beppe Scienza alcune domande.

Investimento azionario non speculativo: significa non correre il rischio di rimetterci?
"Purtroppo no: mica promettiamo miracoli. Sarà sempre l’andamento dei mercati finanziari a condurre la danza. Insegneremo però a contenere le perdite senza acquistare opzioni, quasi sempre troppo care. Soprattutto vedremo come ottenere regolarmente di più che col risparmio gestito".

Insomma qual è il segreto della sua ricetta?
"Guardi che non penso di aver scoperto l’America. Il punto è che esistono tecniche arcinote agli esperti del settore, che permettono di investire da soli in azioni con costi molto bassi. Questo è il motivo per cui banche e sim si guardano bene dal divulgarle: ridurrebbero i loro utili. Ebbene, noi insegneremo proprio queste tecniche".

Ma come lei parla d’investimento azionario non speculativo e poi propone i future?
"I future non necessariamente sono strumenti speculativi. Già ne Il risparmio tradito ho indicato in breve come si fa, ma molti lettori mi hanno chiesto un approfondimento. Nella sostanza si tratta di destinare una piccola parte della quota azionaria alle cauzioni richieste dai future e mettere il resto nel reddito fisso. Poi i future verranno rinnovati in automatico due o quattro volte all’anno con costi bassissimi. E’ quanto io stesso faccio da anni, ottenendo regolarmente un 2-4% in più rispetto al mercato.

Il corso tratterà altri argomenti?
"Per esempio si vedranno le obbligazioni convertibili e le index-linked, di cui però molte non convengono. Poi si spiegherà la regolare inutilità del trading, scalping ecc. o perché l’analisi tecnica è pura superstizione. Sono tutte tecniche buone solo a far guadagnare soldi agl’intermediari".

Ma i gestori professionali sbagliano proprio tutto?
"In genere sì, ma ci sono eccezioni. Per esempio conto di avere fra i docenti del corso Marco Nascimbene, uno dei pochi gestori italiani bravi. Sono anni infatti che con Fondersel Italia ottiene regolarmente più del mercato italiano".

Spiacente. la pagina che hai richiesto non è stata trovata

Blog
Tags
ABI abn amro adusbef alitalia allianz altroconsumo Angela Merkel arbitraggio assogestioni azimut azioni bail in Banca Etica banca imi banca intesa banca marche Banca Mondiale banca popolare.. bankitalia bce Beppe Grillo beppe scienza bitcoin bond bond argentina borsa bot Bot-people brunetta btp btp italia btp-i bund bundesbank buoni del teso.. buoni fruttife.. busta arancio Byblos capital gain CariChieti CariFerrara carrai cassa depositi.. cat bond cedolare secca certificati certificati di.. cina Cometa Commerzbank confindustria consob consulenti fin.. contante conti deposito conto arancio coronabond coronavirus corriere della.. covip debito publico default diamanti dividendi dollari economia educazione fin.. edufin enel etf euro euromercato evasione fisca.. Fabrizio Forqu.. fai-da-te fideuram fisco fondi comuni fondi pensione fondiss fondo atlante fondo cometa fondo obelisco Fonte For you Fulvio Coltort.. future generali genertel germania gestione patri.. giovannini governo grecia hedge found immobili imposta patrim.. imu inarcassa inflazione inps investimenti La stampa lagarde Lannutti legge finanzia.. m5s Martin Blessin.. Matteo Renzi Maurizio Landi.. mediobanca mediolanum milleproroghe monorchio monte dei pasc.. mutui obbligazioni obbligazioni i.. oro Oscar giannino palazzo chigi paradiso fisca.. pensione integ.. pensioni pip pir polizze vita Popolare Etrur.. poste italiane potere acquist.. previdenza int.. pronti contro.. radio 24 redditometro referendum Renato Brunett.. report riserve auree risparmio risparmio gest.. risparmio trad.. rosciani Ruggero Po scudo fiscale sindacato sole 24 ore speculazione spread stress test svizzera tagliadebito tassi negativi Tesoro Tetrapak tfr titoli di stat.. titoli grecia titoli indiciz.. ufficio delle.. unicredit usura veneto banca Venezuela welfare aziend.. Willis Towers.. World Bank

Newsletter & Social Network

In quanto a previsioni su tassi d'interesse, cambi ecc. faccio mia la battuta di Karl Otto Pöhl, allora governatore della Banca Centrale Tedesca:

«Ich gebe keine Zins- oder Wechselkursprognosen ab, zumindest schon gar nicht für die Zukunft».