Il risparmio tradito ® a cura di Beppe Scienza
I danni causati ai risparmiatori da fondi, gestioni e previdenza integrativa.

Il Risparmio Tradito ® a cura di Beppe Scienza
I danni causati ai risparmiatori da fondi, gestioni e previdenza integrativa.

Il risparmio tradito ®

×

Un investimento forzoso, ma redditizio. I tassi sono scesi in generale, ma non per il TFR. Vedere «TFR contro tutti. Brilla per redditività rispetto a titoli di Stato, depositi bancari e fondi pensione» articolo sul Fatto Quotidiano in edicola lunedì 13-7-2020.

Panama Papers. Non bastava la Svizzera? La tirchieria non ha limiti

Pubblicato mercoledì 13 aprile 2016

Articolo sul Fatto Quotidiano del 13-4-2016 a pag. 18

Ma perché si scoprono così tanti italiani con un conto a Panama? Per giunta risalente a una decina d'anni fa? Per oligarchi russi, gerarchi di partito cinesi o importi molto grossi si capisce più facilmente. Ma per un normale evasore fiscale italiano nel 2005, 2006 ecc. non bastava la ben più comoda Svizzera?

In realtà sarebbe bastata, se l'avarizia e la pitoccheria umane conoscessero qualche limite. Col 1° luglio 2005 entrò infatti in vigore la cosiddetta euroritenuta, una cedolare secca sugli interessi per i soldi clandestini in Svizzera di cittadini comunitari. Tutti tali conti non erano per nulla anonimi, ma solo cifrati nei rapporti epistolari o con gli sportellisti della banca. L'aliquota partì col 15% per stabilizzarsi al 35% a metà 2011, per altro senza colpire le plusvalenze. Aliquote accettabili, verrebbe da dire, per guadagni comunque sottratti al fisco italiano (o francese, tedesco ecc.). Invece, apriti cielo!

Così le banche svizzere studiarono una soluzione per evitare anche l'euroritenuta, in particolare la società panamense intestata a un prestanome, avente quale beneficiario economico il loro cliente. Il quale mai mise piede a Panama e ora si trova inguaiato o comunque imbarazzato, per il suo cieco odio per le tasse.

La storia si è ripetuta l'anno scorso, con quanti non volevano aderire all'autodenuncia, la cosiddetta voluntary disclosure, spesso dopo essersi rifiutati sempre per avarizia di aderire ai precedenti e molto convenienti scudi fiscali.

Non essendo più di moda i paradisi centro-americani, costoro si sono appoggiati a oscure società finanziarie del Vicino e Medio Oriente. Così almeno, spostati i soldi con strani giri per esempio in Dubai, al nostro intraprendente evasore non capiterà fra una decina d'anni di vedere pubblicati imbarazzanti documenti col suo nome. Più probabilmente i suoi soldi spariranno del tutto, sottratti da qualche furbo levantino in combutta con qualche altrettanto furbo europeo. Chi troppo vuole, nulla stringe.

Beppe Scienza


Potrebbero interessarti

La Germania utilizza un metodo molto efficace per recuperare i capitali trasferiti illecitamente nella banche svizzere, giornalisti di fama lo ignorano.

Beppe Scienza, in Video e podcast

Tra imposte e costi, trasferire i risparmi in Svizzera conviene sempre meno.

Beppe Scienza, in Attualità

Sfuggire all'aumento del bollo sui dossier titoli? Trasferire i propri risparmi oltre confine sarebbe autolesionista.

Beppe Scienza, in Fisco

Nel racconto di un fatto personale ancora una volta la conferma della mediocrità del giornalismo confindustriale del Sole 24 ore

I tempi sono cambiati per il paradiso fiscale più vicino a noi. Mutamenti progressivi hanno fatto si che non sia più così conveniente e facile portare i propri soldi in Svizzera.

Banche svizzere in combutta con società fiduciarie italiane continuano a fare fessi parecchi loro clienti.

Blog
Tags
ABI abn amro adusbef alitalia allianz altroconsumo Angela Merkel arbitraggio assogestioni azimut azioni bail in Banca Etica banca imi banca intesa banca marche Banca Mondiale banca popolare.. bankitalia bce Beppe Grillo beppe scienza bitcoin bond bond argentina borsa bot Bot-people brunetta btp btp italia btp-i bund bundesbank buoni del teso.. buoni fruttife.. busta arancio Byblos capital gain CariChieti CariFerrara carrai cassa depositi.. cat bond cedolare secca certificati di.. cina Cometa Commerzbank confindustria consob contante conti deposito conto arancio coronabond coronavirus corriere della.. covip default diamanti dividendi dollari economia educazione fin.. edufin enel etf euro euromercato evasione fisca.. Fabrizio Forqu.. fai-da-te fideuram fisco fondi comuni fondi pensione fondiss fondo atlante fondo cometa fondo obelisco Fonte For you Fulvio Coltort.. generali genertel germania gestione patri.. giovannini governo grecia hedge found immobili imposta patrim.. imu inarcassa inflazione inps investimenti La stampa lagarde Lannutti legge finanzia.. m5s Martin Blessin.. Matteo Renzi Maurizio Landi.. mediobanca mediolanum milleproroghe monorchio monte dei pasc.. mutui obbligazioni obbligazioni i.. oro Oscar giannino palazzo chigi paradiso fisca.. pensione integ.. pensioni pip pir polizze vita Popolare Etrur.. poste italiane potere acquist.. previdenza int.. pronti contro.. radio 24 redditometro referendum Renato Brunett.. report riserve auree risparmio risparmio gest.. risparmio trad.. rosciani Ruggero Po scudo fiscale sindacato sole 24 ore speculazione spread stress test svizzera tagliadebito tassi negativi Tesoro Tetrapak tfr titoli di stat.. titoli grecia titoli indiciz.. ufficio delle.. unicredit usura veneto banca Venezuela welfare aziend.. Willis Towers.. World Bank

Newsletter & Social Network

In quanto a previsioni su tassi d'interesse, cambi ecc. faccio mia la battuta di Karl Otto Pöhl, allora governatore della Banca Centrale Tedesca:

«Ich gebe keine Zins- oder Wechselkursprognosen ab, zumindest schon gar nicht für die Zukunft».