Il risparmio tradito ® a cura di Beppe Scienza
I danni causati ai risparmiatori da fondi, gestioni e previdenza integrativa.

Il Risparmio Tradito ® a cura di Beppe Scienza
I danni causati ai risparmiatori da fondi, gestioni e previdenza integrativa.

Il risparmio tradito ®

In programma:

29-02-2020
Corso sugli investimenti a Bologna 2020
4 ore di corso con il prof. Beppe Scienza organizzato dall'associazione culturale Il dito nell'occhio.
Corso


Polizze vita, offerte di cui è meglio non fidarsi: cosa propongono le Poste Italiane

Pubblicato lunedì 22 agosto 2016

Articolo sul Fatto Quotidiano del 22-8-2016 a pag. 18

La prima regola di vendita del risparmio gestito e della previdenza integrativa è raccontare frottole a voce, ma mai per iscritto. Però qualcuno più baldanzoso a volte si lascia prendere la mano. Un mio lettore ligure mi ha infatti inoltrato l'e-mail di un venditore delle Poste, che merita commentare. Ciò aiuterà anche a capire come Posta Vita sia riuscita a piazzare polizze per 10,5 miliardi nel primo semestre del 2016, fermo restando che le altre compagnie non sono meglio.

Quello che costui ha scritto, corrisponde a ciò che raccontano in giro per l'Italia moltissimi promotori, agenti, bancari ecc., da quanto mi riferiscono parecchi risparmiatori. Per questo non merita citare nome e codice del venditore né l'ufficio postale, che posso però produrre all'occorrenza. Ecco dunque il messaggio:

"Buongiorno, le invio il Foglio Informativo della polizza Ramo I Postafuturo Certo. Punti salienti:

  1. Tasso interesse: 3,60% lordo (2,60 % netto);
  2. Indicare un beneficiario (no successione);
  3. Ritenuta fiscale sugli interessi: 16% invece che 26%;
  4. No imposta di bollo 2 per mille."

Quando si propone un investimento, il rendimento in questione è ovviamente quello futuro e per quella polizza ventennale non risulta da nessuna parte che renderà il 3,6%. Il rendimento garantito è zero e c'è d'aspettarsi poco o nulla di più. Il 3,6% annuo è una promessa da marinaio. Lo stesso organo di vigilanza (Ivass) permette ipotesi solo al 3%, tasso già fuori mercato. L'autore dell'e-mail ha aggiunto che tali "rendimenti si basano su titoli di Stato acquistati da Poste durante il governo Monti, particolarmente vantaggiosi". La mancanza di trasparenza di tali prodotti impedisce di verificarlo. In ogni caso sarebbero stati e continuerebbero a essere annacquati dai massicci acquisti successivi. Sull'imposta sulle eredità bisogna precisare che per coniuge e figli scatta solo oltre il milione di euro e comunque ne sono esenti senza limiti i buoni fruttiferi postali e i titoli di Stato, compresi quelli di alcuni paesi esteri.

Per l'aliquota poi sugli interessi di tali prodotti vale sostanzialmente la stessa regola che facendo da sé. Si salva solo il quarto punto, cioè l'esenzione della minipatrimoniale del 2 per mille.

In compenso il solerte venditore ha accuratamente omesso un quinto "punto saliente": i soldi messi in quella polizza restano bloccati per un anno. Cosa che proprio non va, né consola che sia ancora peggio coi fondi pensione, dove possono restare bloccati anche per 65 anni (!).

Beppe Scienza


Potrebbero interessarti

Dal 1998 la capillare rete degli uffici postali ha smesso di essere una parte dell'amministrazione statale che raccoglieva risparmi solo per la CDP diventando una società per azioni. Ora piazza investimenti di qualsiasi genere e i servizi postali sono peggiorati.

C'è un imbroglio di fondo dietro alle polizze rifilate ai risparmiatori: proprio il fatto che sono spacciate per assicurazioni e invece non lo sono.

I dati sono sempre dell'Ufficio Studi di Mediobanca, che però quest'anno non li ha evidenziati come gli anni scorsi. Eppure essi confermano quanto già visto: il risparmio gestito distrugge ricchezza.

Azione patriottica o scelta ponderata? il BTP Italia ha certo alcuni pregi, ma non è certo privo di rischi, nell'autunno 2011 un titolo analogo scese quasi a 70 euro ogni 100 di valore nominale. Rendono meno, ma per coprirsi dal rischio meglio i buoni postali o i titoli di stato tedeschi.

Offerta delle azioni di Poste Italiane: un'ingiustizia per i normali risparmiatori e il brutto precedente di Finmeccanica.

Beppe Scienza, in Attualità

Senza dire che fosse prevedibile, di certo il debutto negativo in Borsa si spiega.

In programma:

29-02-2020
Corso sugli investimenti a Bologna 2020
4 ore di corso con il prof. Beppe Scienza organizzato dall'associazione culturale Il dito nell'occhio.
Corso

Blog
Tags
ABI abn amro adusbef alitalia allianz altroconsumo Angela Merkel arbitraggio assogestioni azimut azioni bail in Banca Etica banca imi banca intesa banca marche Banca Mondiale banca popolare.. bankitalia bce Beppe Grillo beppe scienza bitcoin bond bond argentina borsa bot Bot-people brunetta btp btp italia btp-i bund bundesbank buoni del teso.. buoni fruttife.. busta arancio Byblos capital gain CariChieti CariFerrara carrai cassa depositi.. cat bond cedolare secca certificati di.. cina Cometa Commerzbank confindustria consob contante conti deposito conto arancio corriere della.. covip default diamanti dividendi economia educazione fin.. edufin enel euro euromercato evasione fisca.. Fabrizio Forqu.. fai-da-te fideuram fisco fondi comuni fondi pensione fondiss fondo atlante fondo cometa fondo obelisco Fonte For you Fulvio Coltort.. generali genertel germania gestione patri.. giovannini governo grecia hedge found immobili imu inarcassa inflazione inps investimenti La stampa Lannutti legge finanzia.. m5s Martin Blessin.. Matteo Renzi Maurizio Landi.. mediobanca mediolanum milleproroghe monorchio monte dei pasc.. mutui obbligazioni obbligazioni i.. oro Oscar giannino palazzo chigi paradiso fisca.. pensione integ.. pensioni pip pir polizze vita Popolare Etrur.. poste italiane potere acquist.. previdenza int.. pronti contro.. radio 24 redditometro referendum Renato Brunett.. report riserve auree risparmio risparmio gest.. risparmio trad.. rosciani Ruggero Po scudo fiscale sindacato sole 24 ore speculazione spread stress test svizzera tagliadebito tassi negativi Tesoro Tetrapak tfr titoli di stat.. titoli grecia titoli indiciz.. ufficio delle.. unicredit usura veneto banca Venezuela welfare aziend.. Willis Towers.. World Bank

Newsletter & Social Network

In quanto a previsioni su tassi d'interesse, cambi ecc. faccio mia la battuta di Karl Otto Pöhl, allora governatore della Banca Centrale Tedesca:

«Ich gebe keine Zins- oder Wechselkursprognosen ab, zumindest schon gar nicht für die Zukunft».