Il risparmio tradito ® a cura di Beppe Scienza
I danni causati ai risparmiatori da fondi, gestioni e previdenza integrativa.

Il Risparmio Tradito ® a cura di Beppe Scienza
I danni causati ai risparmiatori da fondi, gestioni e previdenza integrativa.

Il risparmio tradito ®

×

Buono fruttifero postale Obiettivo 65: «Debutta in sordina un nuovo prodotto per la pensione integrativa: forte garanzia»: articolo sul Fatto Quotidiano lunedì 23 nov. 2020 pag. 13. Straccia per sicurezza tutti i fondi pensione, piani e polizze previdenziali, perché indicizzato all'inflazione.

Polizze vita: rendimenti allettanti, ma solo sulla carta

Pubblicato mercoledì 8 giugno 2016

Post sul Blog del Fatto Quotidiano dell'8-6-2016

Banche, assicuratori e sedicenti consulenti piazzano a tutto spiano polizze vita. Sbandierano infatti rendimenti allettanti. Ma illusori. Ho esaminato per esempio il fascicolo informativo di Double Prestige di Axa – Monte dei Paschi di Siena, inviatomi da un lettore. Vi appaiono rendimenti del 4% per dieci anni a venire. Un’ipotesi apparentemente attendibile perché ammantata da un carattere di ufficialità: l’essere cioè il rendimento indicato proprio dall’Ivass, l’organo di vigilanza. In realtà il documento consegnato al lettore era scaduto, perché, col 2016, il tasso da applicare è il 3%. Distrazione o mala fede dell’impiegato della banca? Poco importa. Anche un 3%, soprattutto se stampato nero su bianco, genera illusioni e facilita gli inganni.

Il problema è a monte e vale praticamente per tutte le assicurazioni rivalutabili analoghe, vendute da Banca Intesa, dalle Generali, dalle Poste ecc. Fino a tutto il 2015, l’Ivass ha permesso e anzi imposto il 4% per i cosiddetti progetti esemplificativi, come vengono chiamate le simulazioni in ambito assicurativo. Non solo era gonfiata un’ipotesi del 4% nel 2015, è gonfiato anche il 3% prescritto da inizio 2016. Rendimenti simili potrebbero valere al massimo per titoli già posseduti, e anche lì è tutto da vedere. Peccato che le gestioni separate, cioè i portafogli cui sono agganciate le polizze vita rivalutabili, siano quanto vi sia di più oscuro lungo l’orizzonte plumbeo del risparmio gestito. Peggio persino dei fondi pensione, che è tutto dire.

Attualmente i Btp 20-ennali rendono il 2,2% annuo lordo. Coi titoli di Stato tedeschi si arriva allo 0,75% annuo, solo caricandosi sul groppone quelli con durata fino al 2046. Quindi, per gli impieghi coi soldi raccolti ora, un 3% proprio non sta in piedi. È uno specchietto per le allodole, buono solo per intrappolare i clienti.

Beppe Scienza


Potrebbero interessarti

L'imbroglio sui diamanti realizzato grazie all'appoggio del giornalismo economico italiano. L'oro non è poi tanto sicuro. Le polizze vita per investimento da evitare. Intervista a Beppe Scienza su Radio Marconi

Nessuna speranza per chi da retta a Debora Rosciani, conduttrice de 'Il Salvadanaio' in onda su radio 24

Esaminiamo 'Sicuramente' la proposta assicurativo previdenziale di Genertel Life

Da anni banche, assicuratori e finti consulenti volevano che l'Inps inviasse la busta arancione, per incastrare più risparmiatori nelle loro trappole.

C'è un imbroglio di fondo dietro alle polizze rifilate ai risparmiatori: proprio il fatto che sono spacciate per assicurazioni e invece non lo sono.

Una settimana fa un promotore finanziario ha denunciato che la rete Sanpaolo Invest sta dando il benservito a quelli con meno di cinque milioni di euro di portafoglio, se non riescono a vendere altra roba ai propri clienti.

Blog
Tags
ABI abn amro adusbef alitalia allianz altroconsumo Angela Merkel arbitraggio assogestioni azimut azioni bail in Banca Etica banca imi banca intesa banca marche Banca Mondiale banca popolare.. bankitalia bce Beppe Grillo beppe scienza bitcoin bond bond argentina borsa bot Bot-people brunetta btp btp italia btp-i bund bundesbank buoni del teso.. buoni fruttife.. busta arancio Byblos capital gain CariChieti CariFerrara carrai cassa depositi.. cat bond cedolare secca certificati certificati di.. cina Cometa Commerzbank confindustria consob consulenti fin.. contante conti deposito conto arancio coronabond coronavirus corriere della.. covip debito publico default diamanti dividendi dollari economia educazione fin.. edufin enel etf euro euromercato evasione fisca.. Fabrizio Forqu.. fai-da-te fideuram fisco fondi comuni fondi pensione fondiss fondo atlante fondo cometa fondo obelisco Fonte For you Fulvio Coltort.. future generali genertel germania gestione patri.. giovannini governo grecia hedge found immobili imposta patrim.. imu inarcassa inflazione inps investimenti La stampa lagarde Lannutti legge finanzia.. m5s Martin Blessin.. Matteo Renzi Maurizio Landi.. mediobanca mediolanum milleproroghe monorchio monte dei pasc.. mutui obbligazioni obbligazioni i.. oro Oscar giannino palazzo chigi paradiso fisca.. pensione integ.. pensioni pip pir polizze vita Popolare Etrur.. poste italiane potere acquist.. previdenza int.. pronti contro.. radio 24 redditometro referendum Renato Brunett.. report riserve auree risparmio risparmio gest.. risparmio trad.. rosciani Ruggero Po scudo fiscale sindacato sole 24 ore speculazione spread stress test svizzera tagliadebito tassi negativi Tesoro Tetrapak tfr titoli di stat.. titoli grecia titoli indiciz.. ufficio delle.. unicredit usura veneto banca Venezuela welfare aziend.. Willis Towers.. World Bank

Newsletter & Social Network

In quanto a previsioni su tassi d'interesse, cambi ecc. faccio mia la battuta di Karl Otto Pöhl, allora governatore della Banca Centrale Tedesca:

«Ich gebe keine Zins- oder Wechselkursprognosen ab, zumindest schon gar nicht für die Zukunft».