Il risparmio tradito ® a cura di Beppe Scienza
I danni causati ai risparmiatori da fondi, gestioni e previdenza integrativa.

Il Risparmio Tradito ® a cura di Beppe Scienza
I danni causati ai risparmiatori da fondi, gestioni e previdenza integrativa.

Il risparmio tradito ®

A politica e sindacati il risparmio piace solo gestito

Pubblicato giovedì 24 novembre 2016

Articolo sul Fatto Quotidiano del 23-11-2016 a pag. 17

È proprio vero che le pensano tutte per ingabbiare i lavoratori nella previdenza integrativa. L’ultima è nella legge di Bilancio 2017 di prossima emanazione. L’articolo 23 non eleva solo a 3 mila euro annui il limite per il trattamento fiscale di favore dei premi di produttività, tassati con un’aliquota sostitutiva ridotta del 10%.

Prevede anche che essi “non concorrono a formare il reddito di lavoro dipendente, né sono soggetti all'imposta sostitutiva se versati, per scelta del lavoratore, alle forme pensionistiche complementari”. se la norma verrà approvata, ciò varrà anche superando i limiti altrimenti previsti per i versamenti volontari. Inoltre non verranno tassati né rendite né capitali finali derivanti da tali versamenti. Insomma, esenzione fiscale totale, ma solo se il lavoratore se ne spossessa, appunto mettendoli in un fondo pensione o simile.

Ovviamente sindacalisti, rappresentanti delle imprese ed economisti schierati, tutti più o meno in conflitto d’interesse, ribatterebbero che il fine è nobile. Sarebbe quello di stimolare il risparmio previdenziale. Già, peccato che esso venga considerato lodevole e premiabile solo quando viene dato in pasto all’industria parassitaria del risparmio gestito. Non piace e non merita nessuna agevolazione chi invece vuole accantonare qualcosa per la sua vecchiaia, ma desidera farlo da solo, mantenendolo sotto il proprio controllo, senza pagare balzelli e pedaggi a venditori, pseudo-consulenti, gestori, amministratori, dirigenti di finanziarie e assicurazioni ecc.

Sulla stessa linea e anzi ancora peggiore un’altra trovata dei sindacati concertativi, già perpetrata a danno dei lavoratori della Sogin, società per lo smaltimento delle scorie nucleari. Ed è anteriore alla legge di Bilancio per l’anno prossimo. Già l’art. 13 del contratto collettivo nazionale di lavoro del settore elettrico del 18-2-2013 rinviava infatti a livello aziendale “l’applicazione del premio di risultato e la normativa in materia di previdenza complementare ecc.”. Cos’hanno combinato allora i furboni della Cgil, Cisl e Uil? Lo si scopre dal comunicato del 28-7-2016 protocollo n. 63 con riferimento al livello di produttività nella misura dell’80-90% dei singoli siti (Caorso, Trino ecc.). È scritto infatti, anche se uno stenta a crederlo, che “la quota di 428 euro verrà erogata in percentuale come sopra, se in busta paga, o a quota intera, se versata al Fopen”, fondo pensione concertativo appunto dei lavoratori elettrici. Quindi non un vantaggio, un’agevolazione fiscale ecc. per chi sceglie il fondo, bensì una penalizzazione per chi non si lascia intrappolare.

I sindacati come principio dovrebbero fare gli interessi dei lavoratori. Non fare risparmiare soldi ai datori di lavoro e danneggiare chi preferisce tenersi quanto gli spetta, per come ha lavorato. Non è forse questa la ragion d’essere di un premio di produttività?

Beppe Scienza

Allegati


Potrebbero interessarti

Smontati i rendimenti gonfiati sui 10 anni di previdenza integrativa del Sole 24 Ore.

I padroni della previdenza integrativa continuano a trattare i lavoratori come persone da porre sotto tutela, prendendo decisioni sopra la loro testa.

La Fim-Cisl vuole cambiare l'art. 38 della Costituzione Italiana: provvedere alle pensioni non spetta più allo Stato, bensì ai fondi sindacal-padronali.

Notizie Tiscali ha chiesto a Beppe Scienza di spiegare a voce perché sono falsi (e gonfiati) i rendimenti dei fondi pensione pubblicati dal Sole 24 Ore in prima pagina:

TESI DI LAUREA del candidato Livio Nervo, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO FACOLTÀ DI ECONOMIA - Relatore: Prof. Giovanna Nicodano - Correlatore: Prof. Beppe Scienza

Smentiti i consigli della ditta Altroconsumo a favore della previdenza integrativa.

Blog
Tags
ABI abn amro adusbef alitalia allianz altroconsumo Angela Merkel arbitraggio assogestioni azimut azioni bail in Banca Etica banca imi banca intesa banca marche Banca Mondiale banca popolare.. bankitalia bce Beppe Grillo beppe scienza bitcoin bond bond argentina borsa bot Bot-people brunetta btp btp italia btp-i bund bundesbank buoni del teso.. buoni fruttife.. busta arancio Byblos capital gain CariChieti CariFerrara carrai cassa depositi.. cat bond cedolare secca certificati di.. cina Cometa Commerzbank confindustria consob consulenti fin.. contante conti deposito conto arancio coronabond coronavirus corriere della.. covip default diamanti dividendi dollari economia educazione fin.. edufin enel etf euro euromercato evasione fisca.. Fabrizio Forqu.. fai-da-te fideuram fisco fondi comuni fondi pensione fondiss fondo atlante fondo cometa fondo obelisco Fonte For you Fulvio Coltort.. generali genertel germania gestione patri.. giovannini governo grecia hedge found immobili imposta patrim.. imu inarcassa inflazione inps investimenti La stampa lagarde Lannutti legge finanzia.. m5s Martin Blessin.. Matteo Renzi Maurizio Landi.. mediobanca mediolanum milleproroghe monorchio monte dei pasc.. mutui obbligazioni obbligazioni i.. oro Oscar giannino palazzo chigi paradiso fisca.. pensione integ.. pensioni pip pir polizze vita Popolare Etrur.. poste italiane potere acquist.. previdenza int.. pronti contro.. radio 24 redditometro referendum Renato Brunett.. report riserve auree risparmio risparmio gest.. risparmio trad.. rosciani Ruggero Po scudo fiscale sindacato sole 24 ore speculazione spread stress test svizzera tagliadebito tassi negativi Tesoro Tetrapak tfr titoli di stat.. titoli grecia titoli indiciz.. ufficio delle.. unicredit usura veneto banca Venezuela welfare aziend.. Willis Towers.. World Bank

Newsletter & Social Network

In quanto a previsioni su tassi d'interesse, cambi ecc. faccio mia la battuta di Karl Otto Pöhl, allora governatore della Banca Centrale Tedesca:

«Ich gebe keine Zins- oder Wechselkursprognosen ab, zumindest schon gar nicht für die Zukunft».